Acquario di Genova, festa per i primi 25 anni con un nuovo format più tecnologico

Ritrovarsi a nuotare negli abissi accanto ai pesci, scoprire la nuova grotta delle murene e il mondo dei ghiacci accompagnati dai suoni della natura. Un viaggio dentro e fuori dall’acqua, cambiano i colori e le musiche all’Acquario di Genova. Un vero e proprio restyling, a 25 anni dall’apertura, che parte già dal pianeta Blu , la sala di accoglienza che dà il via al nuovo percorso con un video tridimensionale per iniziare il viaggio tra gli oceani di tutto il mondo.

“Non sono cambiate solo le vasche ma i colori, le musiche – spiega Beppe Costa, presidente di Costa Edutainment – In questi anni abbiamo avuto 28 milioni di visitatori, più di un milione l’anno, e ci siamo reinventati con un progetto in cui è il pubblico a diventare protagonista. Per un viaggio non solo esperienziale ma che propone anche un messaggio divulgativo, per imparare a conoscere e rispettare il nostro pianeta”.

Tanto gli incontri settimanali con i biologi sono passati da 15 a 50, per scoprire come vivono i delfini, foche e razze. Un viaggio che continua tra gli abissi grazie a visori di realtà aumentata. Basta sedersi comodamente su una poltrona e indossare una maschera che trascina i visitatori alla scoperta dei fondali.
Acquario di Genova, il nuovo percorso è un tuffo tra natura e virtuale

Dalle acque più profonde al ghiaccio vero del regno dei pinguini. Senza dimenticare le nuove tecnologie: nella sala del Fish Making i bambini possono creare pesci personalizzati e farli nuotare nel mare collettivo . “Siamo partiti dai più piccoli. Cosa avrebbero voluto vedere i bambini nel nuovo acquario? Cosa avrebbe potuto emozionarli ? – racconta Alfredo Accattino, direttore Artistico di Filmmaster Events che ha ideato il restyling – Abbiamo rivisto l’illuminazione degli spazi e realizzato una colonna sonora originale accompagnerà i visitatori per tutto il percorso tra il canto dei delfini e i suoni della natura. Per far vedere l’Acquario con occhi nuovi anche ai genovesi”

L’Acquario di Genova compie 25 anni, cambia vestito con un investimento di un milione di euro e si presenta con un percorso rinnovato, che al rigore scientifico accosta un tocco più giocoso e tecnologico. Scenografie nuove e musica per il visitatore, più tecnologico e interattivo nel rapporto fra il pubblico e i biologi che curano e studiano le storie di ogni ospite. Il viaggio inizierà nel Pianeta blu, con proiezioni sul soffitto e sulle pareti. Più avanti i visitatori incontreranno la vasca cilindrica delle murene, valorizzata da uno specchio intorno e celata da una grande conchiglia e nell’aria risuoneranno le note della Casta Diva. Davanti alla vasca dei delfini si potrà sentire il loro “fischio” grazie a due “shower speak”, ancora, un igloo effetto ghiaccio introdurrà alla vasca dei pinguini. E poi le novità: grazie ad una app ciascuno potrà creare un pesce e farlo navigare nell’acquario virtuale, speciali visori permetteranno di esplorare il fondo del mare seduti in poltrona. Gli animali dell’Acquario restano i protagonisti principali per rendere più facile immedesimarsi nel loro mondo, immaginando diversi mari e habitat come ha spiegato Alfredo Accattino, direttore artistico di Filmaster Events, l’agenzia che ha ideato il rinnovamento con il “percorso immersivo”, le installazioni, luci e musica e il nuovo format di visita. “È un cambiamento culturale, prima tutto il percorso seguiva gli animali, ora aggiungiamo altre cose, con tecnologie che 25 anni fa non c’erano e tutto è stato fatto con collaborazioni interne e società collegate al gruppo” dice Beppe Costa, presidente di Costa Edutainment e ad di Ien, Italian Entertainment Network. Il primo obiettivo è tornare a 1.200.000 visitatori. “L’anno scorso, il peggiore nella storia dell’Acquario, abbiamo fatto poco più di 900 mila visitatori – dice Costa -. Ma da novembre a marzo siamo cresciuti del 30%, se proseguiamo così arriveremo ben oltre il milione. E da lì proveremo a crescere ancora”.
Il processo di rinnovamento durerà due anni e inizia dall’esterno, con il restyling delle aree mentre all’interno riguarderà anche gli spazi di ristorazione. “Torniamo con questa operazione ad essere leader nel mondo”, commenta il direttore generale di Costa Edutainment, Roberto Foresti. “C’era la necessità di rendere più aggiornato il modo di visitarlo. Dal punto di vista emozionale il nuovo acquario rappresenterà una vera differenza rispetto a tutti gli altri – aggiunge Foresti -. Era necessario renderlo più interattivo e molto più scenografico. Il grande dipinto resta quello degli animali, noi abbiamo aggiunto una splendida cornice. Con proiezioni e suoni già dalla prima sala sembra di essere a bordo di una nave”.

FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 24/03/2016 8:12

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *