Aids nella carne: è scaduta la bufala dell’estate

Questa l’ultima bufala che circola sul web, probabilmente la più clamorosa dell’estate che sta per concludersi.

“Si rischia un’epidemia di Aids”, si legge in un articolo che addirittura tira in ballo Beatrice Lorenzin, attribuendole provvedimenti in merito: “Il ministro ha dichiarato lo stato di allarme”, prosegue il pezzo, naturalmente non firmato. Che poi sforna numeri come fossero noccioline: “650 persone indagate, sequestri per 40 milioni di euro, 5 persone ricoverate a Roma“.

Tutto uno scherzo, o forse un esperimento perché il pezzo, nonostante la sua assurdità, è diventato virale. Migliaia le condivisioni sui social e sono in tanti a cadere nella trappola.
L’Hiv, è bene ricordarlo, si trasmette attraverso lo scambio di fluidi corporei infetti, in qualsiasi stadio della malattia. Sangue, liquido seminale, secrezioni vaginali e latte materno sono fluidi che possono veicolare efficacemente il virus. La saliva non è fra questi, dunque è una falsa credenza che l’infezione da HIV possa contagiarsi tramite il bacio.
Quanto detto esclude che il virus possa essere trasmesso attraverso il cibo o, più in generale, dall’animale all’uomo. 
Gli esperti dell’Istituto Superiore di Sanità sono concordi: si tratta di una notizia assolutamente priva di ogni fondamento,una vera “bufala”, perché gli alimenti di qualsiasi genere non possono contenere il virus Hiv, né tantomeno causare un’infezione da questo virus.
Il virus Hiv è infatti in grado di infettare solo l’uomo e alcune specie di scimmia e si inattiva rapidamente quando esposto all’aria aperta. Le uniche vie di contagio di questa infezione rimangono pertanto i rapporti sessuali con persone che vivono con l’Hiv non protetti da preservativo, lo scambio immediato di sangue infetto tramite siringa, nonché la trasmissione verticale da madre Hiv positiva a figlio.
FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 02/09/2015 22:30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *