Berlusconi e la Pascale “vivranno separati”. Il rebus delle due ville

Ha spento le sue settantanove candeline, festeggiato in famiglia, lontano dai rumors della politica, ha chiuso l’acquisto di una villa a dieci chilometri da Arcore. La “mossa” di Silvio Berlusconi non è passata sotto silenzio e attorno alla residenza a Casatenovo, frazione di Rogoredo, è scoppiato il “giallo”. 
Perché le voci dei bene informati dicono che quella villa Berlusconi l’ha comprata per la sua compagna, Francesca Pascale. Diventerà la sua dimora, come ha anticipato il Corriere della Sera, mentre l’ex premier resterà a villa San Martino, in quel di Arcore. Giusto il tempo di completare i lavori di ristrutturazione necessari che lo stesso Berlusconi starebbe seguendo direttamente. Dunque, il trasloco di Francesca è questione di giorni. Che succede?
Venti di crisi nella coppia? Prematuro dirlo anche se il sospetto viene dal momento che entrambi vivranno separati.Ma c’è anche chi nelle interpretazioni di rito avanza l’idea che la “separazione” sia il modo col quale Berlusconi intenda in un certo senso prendere le distanze dal “cerchio magico” che, secondo i critici, troppo spesso ne avrebbe condizionato le decisioni. E non è un mistero che numerosi parlamentari se ne siano andati da Fi proprio in polemica con la “gestione” del partito in mano al ristretto entourage dell’ex Cav.
Al compleanno ad Arcore, seguirà quello a Roma che i politici forzisti stanno organizzando. La location sarà la suggestiva Terrazza Caffarelli, a un tiro di schioppo dal Campidoglio. Il presidente dei senatori Paolo Romani sta raccogliendo “50 euro a testa per fare il regalo al presidente”. Anche questo è un segno dei tempi che cambiano, specie se il regalo è per il leader del partito.
FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 30/09/2015 16:13

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *