Bill Cosby ammette: «Ho drogato donne per poi stuprarle»

Che fosse un padre ed un marito perfetto, almeno sul piccolo schermo, lo sapevano in molti, grazie al telefilm di culto «I Robinson». Bill Cosby ci si è costruito una carriera che, dopo tanto lavoro in tv e al cinema a cavallo tra gli anni ’60 e ’70, negli anni ’80 gli ha regalato fama, popolarità e molti soldi. Ma gli errori che compi prima o poi tornano sempre a chiederti il conto. Come in un libro giallo o in un noir di Hollywood anche se l’hai passata liscia e sei cambiato come uomo, prima o poi devi rendere conto dei tuoi errori nonostante tu magari abbia già fatto i conti con la tua coscienza. Ed è quello che è successo a Bill Cosby, per un fatto accaduto nel 1976. A inchiodarlo, davanti ad una accusa di violenza sessuale, sono proprio le sue parole dette sotto giuramento nel processo svoltosi poi nel 2005.

In quelperiodo l’artista, oggi 77enne, è sul viale del tramonto. Ha subito una causa giudiziaria, ma in quel caso è vittima di una tentata estorsione. Non sa che dopo quel processo, per un’accusa di 29 anni prima, si abbatterà su di lui una valanga di accuse dello stesso tenore. Ma è Bill Cosby stesso, in quella causa, ad ammettere la propria colpevolezza: «Drogai donne per abusarne», si legge in una trascrizione. Non si ferma e chiarisce come: «Ho ottenuto sette ricette per il “Quaaludes” (un potente sedativo che però aumenta il desiderio sessuale, ndr). L’avvocato della difesa lo incalza: «Lo ha dato ad altre donne?», chiede, «Si» risponde l’imputato. «Pensava che lo avrebbe usato per aver fatto sesso con giovani donne?», è la domanda che lo incastra. Cosby, infatti, risponde, anche qui, soltanto con un «Sì». Poi però fa marcia indietro e chiarisce di, «aver male interpretato la domanda. Intendevo una donna e non donne». Ma ormai il velo è stato squarciato. E le colpe sono state ammesse. Il lato oscuro di Cosby non può più essere nascosto, dopo che la causa civile si è chiusa lunedì con il pagamento di una somma in denaro. Soldi che avrebbero dovuto mettere a tacere quella vecchia confessione. Ma soltanto la richiesta della stampa Usa di pubblicare quei documenti, accolta poi dal giudice, ha permesso di svelare i criminali segreti di papà Robinson.

Bill Cosby ora dovrà rispondere di tante altre accuse dello stesso tenore. E alla fine il conto da pagare rischia di essere molto salato.

FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 08/07/2015 7:29

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *