Bimbo con 2 madri, ultimatum prefetto

Il prefetto di Napoli, Gerarda Pantoalone, ha annullato la trascrizione all’anagrafe della nascita del piccolo, venuto alla luce ad agosto a Barcellona da una coppia, sposata da sette anni, di donne. Il primo ricorso sara’ probabilmente al Tar.

Lo rende noto la Prefettura spiegando che ‘non c’è alcuna proroga concessa al sindaco’ contrariamente a quanto era stato fatto sapere da fonti dell’Ufficio Stampa del Comune. L’atto èstato trascritto dall’ufficio dello Stato civile del Comune loscorso 30 settembre e il termine in cui l’amministrazionecomunale deve rispondere alla diffida della Prefettura è fissatoper domani, 5 novembre. Nella comunicazione inviata oggi all’Amministrazione, si affida a de Magistris il compito di “annotare gli estremi dell’atto nel registro di Stato civile del Comune”. Fino all’interessamento del sindaco di Napoli Luigi De Magistris. Che ha ribadito l’intenzione sua e della sua amministrazione di ricorrere all’autorità giudiziaria. De Magistris ha affermato di ritenere “gravissima” l’assenza di una legge perché “se noi non fossimo intervenuti, questo bambino non avrebbe avuto libertà di circolazione nella civilissima Europa né la possibilità di avere assistenza sanitaria”.

“Tutto questo – ha aggiunto – sembra non importi e prevale una forma di diritto oscurantista, pervicace, opprimente”.

“Abbiamo la coscienza a posto, pensiamo di aver fatto un atto giusto. Lo so io e lo sa il sindaco”.

FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 06/11/2015 5:13

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *