Colosseo chiuso, assoturismo: Gravissimo danno d’immagine

«La chiusura improvvisa del Colosseo, senza preventivo annuncio, è un vero e proprio danno d’immagine». Lo sostiene, in una nota, Assoturismo Roma, associazione che raggruppa gli operatori del turismo. «Una città che vive principalmente con quattro o cinque attrattori forti tra i quali Colosseo e Fori, non si può permettere in alta stagione – aggiunge l’Associazione – di ritardare neanche di un’ora l’apertura di questi monumenti.

I turisti vengono nella città di Roma principalmente per ammirare le meraviglie del passato, poichè la presenza in media è tra i due e i tre giorni, si arreca un forte disagio nei programmi dei turisti. Non è la prima volta che succede un fatto simile, senza un annuncio preventivo sui portali web, è chiaro che si punta proprio a creare disagio per amplificare i problemi interni che la gestione sta discutendo».

Secondo Daniele Brocchi, segretario Assoturismo di Roma e del Lazio «è sacrosanto il diritto di assemblea e di sciopero ma il Colosseo e i Fori non sono un’azienda di periferia che produce viti e bulloni. ‘L’aziendà Colosseo e Fori, oltre a fare incassi record, sono attrattori e meta di turismo internazionale che con programmi e tour stabiliti da tempo vengono a vedere le nostre eccellenze culturali. Non possiamo permetterci in questo momento di affossare anche l’unica cosa che a Roma funziona. È un’immagine pessima che diamo al mondo intero».

FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 18/09/2015 21:21

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *