E’ nata alla 27esima settimana: è così piccola che il braccio entra nella fede del papà

Mollie Perrin è una bambina nata lo scorso 27 aprile in seguito ad un parto cesareo d’urgenza. E’ venuta al mondo prematura, alla 27esima settimana di gravidanza, pesava poco più di un chilo, praticamente quanto un pacco di zucchero, ed era così piccola che il suo braccio riusciva ad entrare nella fede nuziale del suo papà.

E’ stata subito ricoverata nel reparto di terapia intensiva neonatale, anche perché poco prima della nascita le era stata diagnosticato un disordine placentale che le aveva bloccato la crescita all’interno del grembo materno. Stephanie e James, i suoi genitori, hanno sempre creduto nella forza della loro bimba, ma si erano sentiti devastati quando i medici le avevano dato pochissime speranze di sopravvivenza. Tutti credevano che la bimba non sarebbe stata capace di superare le 3 settimane di vita. La piccola Mollie ha però mostrato un’immensa forza ed è riuscita a smentire tutte le aspettative. Dopo 4 mesi passati in ospedale all’interno dell’incubatrice, oggi i suoi genitori sono riusciti per la prima volta a tenerla tra le braccia e a baciarla.

Si preparano a portarla nella loro casa ad Hull, nell’East Yorkshir. “Non posso credere che è finalmente arrivato il momento di avere Mollie a casa. Dopo settimane passate a guarda genitori andar via con i propri bambini, ora anche noi potremo farlo. Ha dimostrato che tutto è possibile e che i miracoli esistono”, ha dichiarato la mamma della bambina. I due genitori provano una gioia e un sollievo incredibili, non vedono l’ora di potersi definire finalmente una famiglia, di scattarsi le prime foto insieme e di regalare alla piccola Mollie la sua prima cameretta.

FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 27/08/2015 18:12

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *