Giornata del prematuro, i calciatori visitano neonatologia

giornata-prematuro-2016-arezzo-2-1In occasione della Giornata Mondiale della Prematurità, il reparto di Terapia Intensiva Neonatale Pediatrica di Cesena promuove un Open Day domani 17 novembre dalle ore 9 alle 17.

Potrete allora andare direttamente sul sito della SIN(Società Italiana di Neonatologia) per scoprire le iniziative della vostra città. Organizzazioni di genitori, ordini professionali, organizzazioni non governative, istituzioni pubbliche, aziende private, agenzie dell’ONU e donatori, in tutto il mondo, rendono omaggio ai bambini nati troppo presto o troppo piccoli e alle loro famiglie e organizzano attività ed eventi per attirare congiuntamente l’attenzione sulle nascite pretermine e sulle complicazioni e rischi che questo evento può comportare. La motivazione è facilmente comprensibile ma viene sottolineata ancora una volta dai neonatologi alla vigilia della Giornata Mondiale: il neonato prematuro, oltre a frequenti complicanze legate alla nascita che molto spesso allungano i tempi di permanenza in ospedale, presenta anche una condizione di immunodeficienza più accentuata e duratura rispetto al neonato che invece ha visto la luce nei tempi regolari. Anche Reggio Calabria, quindi, offrirà il suo messaggio di divulgazione della cultura della vita e il nostro Museo farà parte dei più famosi edifici del mondo, che già da anni aderiscono all’iniziativa, per attirare l’attenzione dell’opinione pubblica, affinché vengano messe in atto le misure più idonee perché ogni bambino che nasce prematuro a Reggio Calabria, in Italia, in Europa e nel mondo, possa avere la possibilità di vivere una vita felice e sana. Il dato è in aumento ma migliora ance la loro sopravvivenza.

Questa illuminazione ha lo scopo di sensibilizzare e informare i torinesi su una tematica che coinvolge circa 350 bambini all’anno in Piemonte, che nascono prima delle 32 settimane di gravidanza e con un peso inferiore al chilo e mezzo.

A tal proposito alle ore 16, su corso Mazzini, lato Comune di Cosenza, nei pressi di viale Trieste, l’Associazione di Volontariato TINLELLA ha organizzato una grande manifestazione di gioia e festa con tutti i bambini nati prima del termine.

– prematurità leggera per i nati dalla 32ma alla 37ma settimana, che sono l’84,3%.

Nel mondo un bambino su 10 nasce prematuro. Anche a La Spezia si celebra oggi, giovedì 17 novembre, la Giornata Mondiale della Prematurità. A volere l’iniziativa, il presidente della Società Italiana di Neonatologia Dr. Gianfranco Scarpelli. Dal 2008 in Europa e dal 2011 in tutto il Mondo, il 17 Novembre viene celebrata la Giornata Mondiale della Prematurità (World Prematurity Day), con lo scopo di sensibilizzare e informare sul tema della prematurità: un bambino su dieci nasce prematuro in tutto il mondo. Nella Giornata Mondiale della Prematurità presso la Neonatologia del San Donato, dalle 15.00 alle 18.00, gli operatori saranno a disposizione dei cittadini per fornire informazioni e distribuire la Carta del Bambino nato Prematuro. Il dato è in aumento ma migliora ance la loro sopravvivenza. I bambini prematuri sono quei neonati che vengono alla luce prima del completamento della 37ma settimana di gestazione. L’ Associazione di volontariato “Cuore di Maglia” rappresentata nella nostra città dall’ambasciatrice Francesca Castellanotti e dalle sue “cuoresse”, collaboratrici che, come recita il depliant dell’associazione, sono “donne, madri, amiche che hanno trovato un sentiero che porta a qualcosa di bello”, ha donato alla Patologia neonatale dell’ospedale Sant’Andrea, diretta dal professor Stefano Parmigiani, copertine, sacchi-nanna, cappellini e scarpine di lana, fatti a mano dalle Cuoresse, per scaldare i piccoli neonati prematuri e gli altri neonati ricoverati, e aiutando altresì le mamme a riacquisire la loro maternità. A tal proposito alle ore 16, su corso Mazzini, lato Comune di Cosenza, nei pressi di viale Trieste, l’Associazione di Volontariato TINLELLA ha organizzato una grande manifestazione di gioia e festa con tutti i bambini nati prima del termine. Per tutta la settimana la hall dell’ospedale resterà decorata con calzine e tulle di colore viola, simbolo della Giornata della Prematurità, e con cartelloni ricchi di foto e testimonianze di genitori e bambini che con il reparto hanno mantenuto un legame indissolubile. Materiale informativo potrà essere distrubuito per una maggiore conoscenza sui vaccini nei neonato pretermine e su eventuali effetti collaterali o rischi che si corrono.

FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 18/11/2016 4:38

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *