Lady Diana, a 18 anni dalla morte emergono nuove rivelazioni

A 18 anni dalla tragica morte ancora non si placano le rivelazioni sul suo conto. Lady Diana scomparve il 31 agosto 1997 e ogni estate, con 1’avvicinarsi della ricorrenza, nasce qualche nuova teoria su presunti complotti collegati alla sua prematura fine nell’oscuro incidente stradale di Parigi. Questa volta, però, non si tratta dell’ennesima ricostruzione dei fatti, ma di un commento sconvolgente che avrebbe pronunciato la regina Elisabetta in persona. «Qualcuno deve aver oliato i freni», disse la sovrana appena informata della sciagura, secondo quanto scrive Ingrid Seward nel libro The queen’s speech (Il discorso della regina). Una dimostrazione improvvida di humour nero britannico, che non solo darebbe la misura dell’odio sconfinato per l’ex nuora (Diana aveva divorziato dal principe Carlo un anno prima), ma potrebbe indicare che la sua morte a 36 anni, assieme al nuovo compagno egiziano Dodi Al Fayed (dal quale qualcuno sostiene, pur senza prove, che lei aspettasse un figlio), fu decisa e pianificata dai Windsor.

A tirare pesantemente in ballo la regina Elisabetta è una giornalista inglese molto vicina alla sua famiglia. Ingrid Seward, 46 anni, è un’esperta biografa dei Windsor, autrice di molti libri loro dedicati. Nel suo ultimo rievoca l’intera storia dei tormentati rapporti tra la sovrana e Lady D, dal primo incontro nel 1980 fino all’ambiguo comportamento della famiglia reale alla morte della principessa. Elisabetta apprese la notizia a Balmoral, in Scozia, dove le sarebbe sfuggita l’infelice frase sull’olio dei freni. Raggiunse Londra solo dopo cinque giorni, convinta dal premier Tony Blair della necessità della sua presenza, visto l’eccezionale tributo di popolo alla memoria di Diana. Vestita di nero, visitò con il marito Filippo l’immensa distesa di fiori e di regali che la gente aveva deposto per la defunta fuori da Buckhingham Palace. Acconsentì ai funerali di Stato e pronunciò in diretta Tv un elogio di Diana, in cui diceva: «Era un essere umano eccezionale e pieno di doti. Nei momenti belli e in quelli brutti non ha mai perso la capacità di sorridere e di ispirare gli altri con il suo calore e la sua gentilezza». Ma adesso le rivelazioni della Seward gettano una luce sinistra sul vero pensiero della regina Elisabetta nei confronti di Lady Diana.

Un’altra giornalista inglese, Seiina Scott, 64 anni, nota conduttrice della Bbc, scomoda la memoria di Diana con un annuncio a effetto. Dice che la principessa, di cui era amica, fu sottoposta a una corte serrata e indesiderata da Donald Trump, che oggi, a 69 anni, è il candidato favorito dei re- pubblicani nella corsa alla Casa Bianca. Il rozzo c misogino miliardario americano, noto per le sue uscite poco eleganti nei confronti delle donne (l’ultima c: «Heidi Klum non è più da 10», a cui l’ex top model ha risposto con ironia in un video), aveva una vera venerazione per Diana, che dopo la fine del matrimonio con Carlo sommergeva di enormi mazzi di fiori c di biglietti con proposte nuziali. Secondo Sciina, Lady D si sentiva perseguitata e non sapeva come reagire. «Mi dà i brividi», avrebbe detto alla Scott, che le suggerì di cestinare tutto. Sciina è stata insultata in passato da Trump per un’intervista non gradita c forse cerca ora di vendicarsi. Ma la vicenda pare autentica, visto che un portavoce del miliardario tenta di aggiustarla così: «Lui e Diana si piacevano molto, ma tra loro non c’è mai stato nulla». E ora probabilmente la povera principessa si rivolta nella tomba.

FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 25/08/2015 20:36

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *