Meteo, venerdì afa torrida. Ma Acheronte ha le ore contate

All’inizio è stato “Flegetonte”, poi sono stati i giorni di “Caronte” ed ora l’Italia è nella morsa di “Acheronte”. Questa prima settimana di agosto è stata caratterizzata dal picco del caldo portato come sempre dall’Anticiclone Nord-Africano e che anche nei prossimi giorni continuerà a richiamare sull’Italia correnti di origine tropicale. Le alte temperature, secondo i meteorologi, dureranno almeno una settimana: dovrebbero attenuarsi verso ferragosto, quando arriverà davvero l’ aria fresca.  “In questa Estate 2015 l’anticiclone africano sembra avere davvero molteplici vite: viene di tanto in tanto fatto barcollare dalle perturbazioni nord atlantiche – spiega il meteorologo di 3bmeteo.com, Edoardo Ferrara – ma di fatto non molla la presa sul Mediterraneo dove continuerà ad inviare masse d’aria molto calda direttamente dall’Algeria”. “Il Centronord risulterà il target primario dell’onda calda” – prosegue l’esperto – tanto che giovedì torneremo a raggiungere se non superare punte di 35-36°C in particolare su Valpadana, Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna. Analogamente a quanto successo nei primi di luglio, il caldo africano questa volta riuscirà a spingersi anche oltralpe, dilagando sull’Europa centrale”.

Le città più calde d’Italia

Tra le città più roventi ancora una volta Torino, Milano, Verona, Trento, Bologna, Firenze, Perugia, Roma e Nuoro. “Non mancheranno comunque locali temporali di calore – avverte il meteorologo – che bucheranno l’anticiclone tra le ore pomeridiani e serali; i fenomeni saranno occasionali ma più probabili al Sud e Sicilia soprattutto nella seconda parte della settimana, nonché sull’Appennino centrale. Da segnalare un veloce passaggio temporalesco anche sulle Alpi nella giornata di martedì”.

Acheronte ha le ore contante
La situazione dovrebbe cambiare però già partire da questo week end, quando Acheronte cederà il suo dominio con l’arrivo di aria fresca atlantica, portata da una depressione che entrerà nei nostri mari. Antonio Sanò, direttore del sito www.ilmeteo.it, sottolinea che “lo scontro tra l’aria fresca in arrivo e quella calda preesistente sarà un mix micidiale per la formazione di fortissimi temporali, nubifragi con grandinate e possibili trombe d’aria. Fenomeni che sabato e poi domenica si abbatteranno su Piemonte, Lombardia, Emilia occidentale, Toscana, Appennini e zone interne. Il tempo migliorerà con l’inizio della prossima settimana, in attesa di un nuovo peggioramento attorno a metà agosto”.

FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 07/08/2015 11:37

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *