Occhio alla truffa, ecco come svaligiano le vetture negli autogrill

Dopo un furto in un’area di sosta ad Anagni (Frosinone) è stato arrestato ad Orvieto dalla polizia stradale uno dei ladri seriali che svaligiano le vetture in sosta negli autogrill.

LA NOTIZIA – A diffondere la notizia è il profilo Facebook dell’Agente Lisa, che proprio in vista delle partenza aveva diffuso sul profilo proprio una serie di avvertimenti sui malintenzionati che depredano le auto nelle aree di sosta in autostrada. Tanti i fatti riportati dalla cronaca e che avvengono in diverse parti d’Italia. La polizia, infatti, invita a prestare attenzione ai propri bagagli, alle borse personali ma anche alle vetture che vegono lasciate cariche in sosta.

IL FURTO – L’autore di questo furto in particolare aveva dei piccoli telecomandi che, premuti qualche secondo prima della chiusura automatica delle portiere, riuscivano a lasciare aperta l’auto (di questi dispositivi se n’è occupata anche la trasmissione Le Iene, con particolare riferimento ai furti nei parcheggi dei supermercati).

Ed è quello che è successo alla Jeep Cherokee di un professionista romano che aveva parcheggiato nell’area di sosta “La Macchia” lasciando nell’abitacolo diversi effetti personali tra cui un cellulare, un pc portatile e un e-book. Un bel bottino per il ladro degli autogrill che ha trafugato tutto e se ne è andato via in auto con direzione Nord.

L’ARRESTO – Ma il signore della Jeep ha prontamente segnalato il furto dando delle indicazioni sull’autovettura del ladro e le pattuglie della stradale lo hanno intercettato a un chilometro da Orvieto. Quando però si è visto braccato dai poliziotti ha bloccato l’auto ed è scappato per i campi cadendo nel fiume Paglia, ma gli agenti della stradale insieme a quelli del Commissariato, lo hanno bloccato sotto il viadotto, mentre fuggiva con la camicia ridotta a brandelli dai rovi.

FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 24/08/2015 19:44

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *