Pensioni, riscatto laurea e flessibilità in uscita: le novità della riforma Poletti

Intervenire sulle pensioni si può, ma non tornando alla situazione pre-Fornero. E’ quanto in sostanza ha affermato ieri il ministro del Welfare, Giuliano Poletti, in una intervista al Corriere della Sera sul tema dell’introduzione della flessibilità nel sistema previdenziale.

La flessibilità nelle pensioni, ha detto Poletti, “non deve essere per forza a costo zero, le penalizzazioni non possono essere insostenibili”.

Oggi il Corsera torna sull’argomento indicando in cosa consiste il “cambio di passo” che ha in mente il governo, non soltanto rispetto alla legge Fornero, ma anche rispetto ad altre norme (come quella di Cesare Damiano e Pier Paolo Baretta) che prevedevano la flessibilità in uscita. 

COSA CAMBIERA’ – Poletti introduce una novità sostanziale. Le proposte di riforma circolate prevedevano un’uscita flessibile a 62 anni con un taglio di circa il 2% sulla pensione così da essere una riforma a costo zero per lo Stato.

Ora invece, secondo quanto anticipato dal ministro, anche lo Stato farà la sua parte. Il taglio però non sarà fisso al 2%, ma crescerà “progressivamente con il numero degli anni di anticipo”.

Chi esce dal lavoro un anno prima, in via del tutto ipotetica, potrebbe ad esempio vedersi ridurre l’assegno del 2%, chi esce due anni prima del 5% e così via. Una soluzione che, spiega il Corsera, avrebbe il vantaggio di ridurre i costi ed essere più equa nei confronti dei pensionati. 

RISCATTO LAUREA – L’altra grande novità allo studio del governo riguarda il riscatto degli anni di laurea i cui costi oggi sono considerati eccessivamente elevati. La somma da versare viene infatti calcolata sulla base dello stipendio che il richiedente prende adesso. L’idea è introdurre un riscatto “modulare”: si potrà dunque scegliere quanto versare quindi anche di quanto far crescere la pensione futura.

 
FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 03/09/2015 16:56

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *