Presto lo scontrino fiscale sarà digitale

Dal primo gennaio 2017 inizieranno gradualmente a scomparire gli scontrini cartacei. I commercianti non saranno più obbligati ad emettere scontrini e ricevute fiscali e potranno inviare il totale del loro introito giornaliero all’Agenzia delle Entrate per via telematica grazie al Sistema di Interscambio.

Dovranno essere trasmessi tutti i dati delle fatture emesse e ricevute. Per assimilare e capire bene la nuova procedura si avrà a disposizione un arco di tempo di cinque anni, terminati i quali, il commerciante potrà decidere di rinnovare per i successivi cinque anni o disdire. Il passaggio al digitale non sarà obbligatorio, ad eccezione dei gestori di distributori automatici e la grande distribuzione. I commercianti dovranno dotarsi di apparecchi idonei alla memorizzazione elettronica e funzionali alla trasmissione quotidiana dei numeri relativi alle vendite rilevanti ai fini Iva.

I vantaggi del nuovo scontrino digitale saranno molti, ad esempio i rimborsi Iva più veloci, oltre al risparmio di carta. Con il passaggio al digitale, tutti gli incassi saranno tracciabili. Il registratore di cassa sarà collegato con la banca dati dell’Agenzia delle Entrate, e nel caso di incongruenze, scatterà subito un controllo anti evasione.

FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 06/09/2015 10:43

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *