Profanava le tombe dei bambini, arrestato ladro seriale

Un 54enne di Quattro Castella è stato arrestatodopo che a casa sua sono stati trovati numerosi arredi funebri provenienti dai cimiteri della provincia dove l’uomo depredava le tombe dei defunti.

Peluche, angioletti, fiori e oggetti natalizi, tutti trafugati dalle tombe di bimbi morti prematuramente. Nella tarda mattinata di ieri il ladro è stato fermato dai Carabinieri, grazie all’allarme dato da una donna che l’ha sorpreso trafugare piccoli oggetti ed un peluche dalla tomba della figlia, tumulata nel cimitero di Vetto. Vistosi scoperto, l’uomo ha abbandonato la refurtiva sul posto fuggendo alla guida di una Golf nera, intercettata in via Val d’Enza Sud a Canossa.

In disponibilità del profanatore di tombe i Carabinieri di San Polo d’Enza hanno trovato un centinaio di arredi funebri che, stando alle prime risultanze investigative, sarebbero stati rubati dai cimiteri della provincia di Reggio Emilia.

Nel bagagliaio e nell’abitacolo della sua auto erano stipati arredi funerari tra cui statuine in gesso, vasi, angioletti, piccoli giochi oltre a piante e composizioni floreali, in parte asportati dai cimiteri del comune di Vetto e di Montecavolo. Il 54enne, pur dichiarandosi dispiaciuto non ha riferito i motivi della sua condotta delittuosa che i carabinieri non escludono possa essere finalizzata alla vendita a qualche macabro collezionista. Il materiale ritrovato è stato sequestrato in attesa di poter essere restituito ai derubati, che ora dovranno recarsi in caserma a San Polo per le operazioni di riconoscimento e restituzione.

E’ vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte.

FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 13/12/2015 6:20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *