Prova a ricaricare bombola del gas col bocchettone per auto: morto

Stava rifornendo la bombola della cucina, quando è stato investito dall’esplosione del distributore di metano ed è morto. E’ successo questa mattina all’apertura della stazione del gas di San Claduo intorno alle 7. Vittima il conducente di una Opel Corsa di 43 anni, A.M., di Corridonia. Secondo quello che si è potuto fin qui ricostruire la vittima ha preso una bombola di gas (non quella del mezzo) che aveva in auto, l’ha appoggiata di fianco all’auto per caricarla.

Il bocchettone dell’impianto (quello per auto) non entrava nella bombola. Intanto il dipendente che lo aveva accompagnato, si è allontanato per servire un altro cliente. A quel punto il 43enne avrebbe forzato la valvola dell’impianto fino a farla corrispondere alla bombola da cucina. Ma subito dopo sarebbe uscito del del fumo, l’uomo ha gridato si è spostato ma non ha fatto in tempo a mettersi in salvo. Per l’uomo, sposato e con un figlio, non c’è stato niente da fare. La differente pressione avrebbe causato la drammatica deflagrazione che ha ucciso l’uomo. Sul posto si sono recati i vigili del fuoco e i carabinieri per stabilire l’esatta dinamica della tragedia. Sotto choc il dipendente della stazione.

FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 06/08/2015 15:57

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *