Renzi: per sicurezza e cultura 2 miliardi, 80 euro agli agenti e bonus per i 18enni

Associa il tema della sicurezza alla cultura e annuncia lo stanziamento di due miliardi di euro. Uno per estendere gli 80 euro a tutti gli appartenenti alle Forze dell’ordine, l’altro per riqualificare le periferie urbane e per dare un bonus «a 550mila italiani che compiono 18 anni e che potranno investire in attività culturali».

Matteo Renzi sceglie un gioiello, la sala degli Orazi e Curiazi in Campidoglio per risollevare il morale degli italiani, scossi come tutti gli europei dallo scenario di guerra che stiamo vivendo in questi giorni e dalle cupe prospettive del dopo Bataclan. «La bellezza è più forte della barbarie, la sfida è difficile, ma dobbiamo essere all’altezza Dobbiamo ricordarci che siamo l’Italia», gonfia il petto il premier. Accanto a lui il commissario Francesco Paolo Tronca. «Ogni centesimo non sarà un costo ma un investimento se ci ricordiamo che stiamo investendo sulla nostra identità», dice ancora Renzi.
Centocinquanta milioni di euro verranno dirottati sulla cibersecurity, di cui 50 per rinnovare la strumentazione ormai vetusta delle Forze dell’ordine. Che da 5 dovranno diventare 4. Entro l’anno la Forestale entrerà infatti nei Carabinieri. E a chi porta una divisa una sola raccomandazione, «chiederò di aumentare la presenza in strada, abbiamo troppa gente negli uffici dei palazzi romani».

ECCO I SOLDI
Dove trovare tanti soldi? Il governo pensa di spostare al 2017 la riduzione dell’Ires. La legge di Stabilità aveva previsto infatti che l’imposta sui redditi societari sarebbe scesa di 3,5 punti percentuali, dal 27,5 al 24%. L’idea è scendere al 24,5% già il prossimo anno. Ue permettendo perché questo vorrebbe dire aumentare l’indebitamento dal 2,2 al 2,4% del Pil.

FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 26/11/2015 5:25

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *