Roma, bimbo cade nel vano dell’ascensore della metro: morto

Tragedia a Roma: un bambino di 5 anni ha perso la vita dopo essere caduto nella tromba dell’ascensore nella stazione Furio Camillo della metro A di Roma.

L’INTERVENTO DEI VIGILI DEL FUOCO – «Il piccolo – riporta repubblica.it – era con la madre. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che, dopo averlo raggiunto, hanno tentato di rianimarlo inutilmente».

FERMATA CHIUSA – «Sul posto anche la polizia di Stato. La fermata è chiusa. Quando è stato estratto dai vigili del fuoco dalla tromba dell’elevatore il piccolo era ormai deceduto». Anche il sindaco Ignazio Marino si sta recando alla stazione metro A Furio Camillo.

Secondo quanto riporta l’Ansa «dalle prime informazioni, sembra che personale della stazione li abbia raggiunti attraverso un elevatore parallelo che ha una porta comunicante, ma tra i due ascensori ci sarebbe uno spazio al centro: il bimbo è precipitato per circa 15 metri. Sulla vicenda sono in corso indagini dei Carabinieri e la Procura ha aperto un’inchiesta.

“C’è stato un errore dell’agente della stazione che ha posto in essere una procedura che non doveva, forse perché c’erano condizioni difficoltà e alla fine c’è stata la tragedia”. Così l’assessore ai Trasporti di Roma Capitale Guido Improta. “L’ascensore era bloccato e si è tentato un trasbordo delle persone: l’ascensore bloccato è stato affiancato da un altro elevatore, si è cercato di fare un trasbordo delle persone attraverso una botola. Una procedura non codificata”».

FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 09/07/2015 19:31

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *