Scoperto il gemello della Terra: “Potrebbe esserci vita su quel pianeta”

Il suo nome è Kepler 452B e potrebbe aver ospitato, o addirittura ospitare ora, vita sulla sua superficie. Un momento magico per gli scienziati del cielo

E’ stato scoperto un pianeta simile alla Terra: è lo storico annuncio fatto dello scienziato della Nasa John Grunsfeld. Si tratta del corpo celeste gemello più vicino al nostro pianeta: “Una sorta di cugino più anziano, osservato dal telescopio Keplero”, ha spiegato l’astronauta statunitense. Un momento magico per chi si occupa di stelle: la notizia arriva a pochi giorni dalla nuove foto scattate a Plutone, mandate dalla sonda che gli è passata accanto.

La possibile nuova Terra è stata chiamata Kepler 452B: “Gli anni su Kepler 452B sono della stessa lunghezza che qui sulla Terra – ha spiegato Jon Jenkins, capo analista dei dati provenienti dal telescopio della Nasa – e ha trascorso miliardi di anni intorno la zona abitabile della sua stella. Il che significa che potrebbe aver ospitato vita sulla sua superficie ad un certo punto, o potrebbe ospitarla ora”.

“Kepler 452B – hanno spiegato ancora gli esperti – ha un’età di 6 miliardi di anni e riceve il 10% in più di energia dalla sua stella rispetto alla Terra”. La sua dimensione è compatibile con quella del nostro pianeta, ossia una volta e mezza il nostro globo, e pure il suo sistema solare.

FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 23/07/2015 20:00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *