Torna il trucco della forchetta: chi usa il bancomat faccia attenzione

Sarà che in estate si è più distratti, per via del caldo e  delle ferie, e sarà anche perchè si utilizzano di più – anche in vacanza – bancomat e sportelli delle poste che i criminali rispolverano vecchi sistemi per sottrarre denaro.

L’AVVISO – Proprio la Polizia Postale mette in guardia gli utenti dal trucco della forchetta. «Malgrado le sofisticate tecnologie utilizzate sul web da vari truffatori per derubare online le persone, proprio qualche giorno fa la polizia Postale di Roma ha arrestato due individui che mettevano a punto il vecchio metodo del “cash trapping”» si legge sulla pagina Facebook dell’Agente Lisa.

IL SISTEMA – Ma di cosa si tratta? «È un modo per rubare le banconote erogate dallo sportello attraverso un manufatto metallico della lunghezza di circa 18 cm con due “denti” su un’estremità. I due malfattori facevano così: posizionavano la “forchetta” nella bocchetta dell’erogatore bancomat, si allontanavano e aspettavano che uno sfortunato cliente effettuasse un prelievo di contante dallo sportello manomesso. Al momento del prelievo, ecco l’amara sorpresa! Le banconote rimanevano bloccate e dopo 30 secondi dall’erogazione l’Atm chiudeva automaticamente lo sportello».

IL FURTO – In pratica poi il cliente si allontanava pensando che ci fosse un problema allo sportello e non credendo che invece l’operazione era andata  a buon fine. Uno dei malviventi si avvicinava e, utilizzando una sorta di grimaldello, rimuoveva la “forchetta” con le banconote bloccate.

La Polizia invita tutti gli utenti a prestare «massima attenzione agli sportelli che erogano denaro, occhio che non ci sia qualcosa di strano e guardatevi sempre intorno per vedere se qualcuno vi sta osservando».

FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 05/08/2015 13:11

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *