Torta paradiso, ideale per ogni “dolce” momento della giornata

La torta paradiso nasce nella pasticceria di Enrico Vigoni nell’ottocento a Pavia, si dice, prenda il nome, da una nobildonna che assaggiando il dolce lo definì come un boccone di paradiso. Questa torta oggi, è molto utilizzata sia come dolce per la prima colazione, sia come base per torte più elaborate, da utilizzare come dessert o come torte di compleanno.

La torta paradiso semplice ha l’aspetto di un Pan di Spagna alto e soffice, la sua consistenza è data dall’aggiunta al semplice impasto di zucchero, farina e uova, di burro fresco e di lievito, oltre che dell’aroma alla vaniglia per dare un gusto più intenso e profumato. La torta paradiso così semplice nella sua perfezione, si mostra alta e dorata, morbidissima all’interno, simile a una ciambella, ricca di profumo e di gusto anche senza l’aggiunta di altri ingredienti. Questa è ottima da mangiare insieme al latte, al tea, a un succo o a una più gustosa cioccolata calda.

Fonte foto Misya.info

Fonte foto Misya.info

Per donare un aspetto più grazioso alla torta paradiso, una volta uscita dal forno e fatta raffreddare la potete spolverizzare con dello zucchero a velo vanigliato, oltre a conferirgli un tocco di dolcezza in più la torta sarà anche più gradevole alla vista. Per creare qualcosa di unico e diverso, potete prendere un foglio di carta forno e intagliarlo internamente creando un disegno o un ricamo, una volta scelto cosa intagliare ponete il foglio di carta forno sulla parte alta della torta e spolverizzate con lo zucchero a velo abbondantemente, una volta fatto ciò, togliete delicatamente il foglio di carta forno e lasciate trasparire il disegno o il ricamo realizzato con lo zucchero a velo.

Questa torta, come già detto è molto versatile e può essere utilizzata come base per ottimi dessert, un abbinamento molto gustoso, è quello della torta paradiso farcita con crema pasticcera al limone, la crema pasticcera è una preparazione base della pasticceria realizzata con latte, uova, zucchero e farina o amido di mais, questa crema può essere aromatizzata durante la sua cottura con un ricciolo di buccia di limone, donando alla crema l’odore e il sapore di quest’ultimo.

Una volta fatta la crema, basta lasciarla raffreddare per circa un’ora, fatto ciò potete tagliare la vostra torta paradiso a metà o in due strati e farcirli con della deliziosa crema pasticcera, questa variante è ottima per creare un dessert semplice, veloce e leggero, ma veramente gustoso, adatto a tutta la famiglia.

Gli amanti del cioccolato, penseranno che questa non sia una torta adatta al loro palato, ma non è così, perché la questa torta può essere realizzata anche nella sua variante al cacao. La variante al cioccolato, sprigiona un profumo incredibile ed è amatissima dai bambini, potete scoprire la ricetta di questo dolce su Misya.it dove troverete il procedimento passo passo per realizzare un ottima torta paradiso al cioccolato.

La torta paradiso al cacao, può diventare ancora più golosa con una variante alla ricetta, che prevede una glassa al cioccolato fondente o al cioccolato bianco, volta a ricoprire la morbidissima torta. Per ottenere un effetto incredibilmente gustoso, basterà lasciare raffreddare la torta e nel frattempo preparare la glassa da spennellare poi sui bordi e sulla facciata della torta. La cosa bella della glassa che una volta rassodata apparirà croccante al gusto e lucida alla vista, per un effetto sorpresa. Inoltre con la glassa al cioccolato potrete divertirvi a decorare la torta come più vi piace, o aiutandovi con una sacca da pasticceria con un beccuccio sottile potrete creare delle bellissime scritte, ideali per i compleanni e gli avvenimenti importanti.

Per dare ancora più corposità alla torta paradiso al cacao, potete scegliere di farcirla con una crema leggera, come una crema al caffè, una crema all’arancia, o della marmellata di albicocche, o semplicemente con della panna fresca, insomma basta lasciar lavorare un po’ la fantasia e con una sola base potrete realizzare innumerevoli torte differenti. 

FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 22/01/2016 12:13

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *