Violenta una ragazza disabile: la madre era consenziente

Un uomo di 63 anni è stato arrestato assieme alla convivente di 55 dai carabinieri per maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale. La vittima è la figlia di lei, una giovane affetta da ritardo mentale. Entrambi la minacciavano per evitare che denunciasse gli abusi. La violenza è stata scoperta grazie al lavoro di un’equipe di esperti.

Le indagini dei carabinieri, che hanno portato alla luce le violenze, sono state coordinate dalla procura della Repubblica di Lamezia Terme: “Non ce la faccio più” ha confessato la ragazza agli operatori che l’hanno seguita.

E piano piano la storia choc è stata raccontata: la giovane avrebbe subito mortificazioni di vario genere con quotidiani e ripetuti abusi sessuali considerati da lei ormai quasi una cosa normale alla stregua di giochi o consuetudini.“

FacebookTwitterGoogle+
Scritto da Magazine Donna il 12/09/2015 19:34

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *