Stress a Lavoro- Se il capo è stressante, ci si ammala di più

2111

Stress a Lavoro- Quando il capo è troppo stressante il dipendente si ammala

Stress a Lavoro– Come è cosa ben nota, si prendono molte più mosche con in miele che non con l’aceto: niente di più vero, soprattutto quando si parla di lavoro.


Una recente ricerca condotta alla University of New South Wales, in Australia, ha infatti dimostrato che carichi di lavoro esagerati, tensione nell’ambiente di lavoro e un capo troppo severo e inflessibile conduce ad un aumento delle richieste di permessi per motivi di salute.

Lo studio è stato condotto analizzando 7 mila casi di depressione in relazione alle possibili situazioni stressanti nell’ambiente di lavoro e ai conseguenti sintomi che ne derivano: dolori al torace, nausea e mancanza di respiro.

I risultati della ricerca dimostrano come la principale causa di questo tipo di malessere sia da ricercare nel comportamento del dirigente che ha un atteggiamento troppo severo, rigido e pretenzioso: questo comporta  danni permanenti alla salute dei dipendenti e, quindi, ad un aumento delle richieste di congedo per malattia.

Nella rivista Plos One il portavoce del gruppo di ricerca spiega:  “E’ semplicistico concludere che chi lavora troppo rischia un attacco cardiaco o sviluppa depressione. Vi sono invece prove fondate che una combinazione di forti pressioni dall’alto e di basso controllo sul proprio lavoro può causare malattie cardiovascolari, depressione e ansia. E diventa molto più difficile tornare al lavoro dopo aver contratto i problemi di salute”.

Inutile specificare che questa situazione risulta sfavorevole sia al dipendente “malato” che allo stesso datore di lavoro.

Condividi