Corte di Giustizia: Precari Scuola assunti o Risarciti

1462

La Corte di Giustizia europea ha deliberato: i Precari della Scuola devono essere assunti o Risarciti

Marko Ilesic, Presidente della Corte di Giustizia Europea ha deliberato che i contratti a tempo determinato per gli insegnanti italiani sono illegittimi rispetto alle norme di riferimento europee e che i precari insegnato per più di 36 mesi devono essere assunti o risarciti.


Sono più di 250 mila gli insegnanti che potrebbero impugnare questa sentenza e rivolgersi ad un tribunale del lavoro per vedersi riconoscere il diritto al posto fisso, chi invece vista la lunga attesa avrà già trovato un posto potrà chiedere allo Stato un risarcimento danni!

Il sindacato Anief, che iniziò questa battaglia cinque anni fa, ora calcola in due miliardi a carico dello Stato i potenziali risarcimenti. E l’avvocato Walter Miceli, che cura il ricorso dal 2012, quando la Cassazione lo fermò e un Tribunale del lavoro di Napoli chiese successivamente lumi alla Corte del Lussemburgo, allarga la platea dei possibili lavoratori sanabili: “Questa sentenza può essere applicata a tutto il pubblico impiego, chi ha un’anzianità di lavoro superiore ai tre anni non potrà più avere contratti a tempo determinato. L’interpretazione della Corte europea è vincolante per tutti i giudici”.

Ora le domande sono: cosa inventerà la Buona Scuola di Renzi per poter inserire tutti questi precari che sono quasi il doppio rispetto alle 147 mila assunzioni previste? E che fine faranno i neoabilitati Pas e Tfa che hanno sborsato soldi e investito tempo e fatiche per abilitarsi e che speravano di essere inseriti nelle Graduatorie ad Esaurimento o di entrare di ruolo nel prossimo concorsone?
E tutti i supplenti di 3 Fascia dove andranno a finire?

La Scuola Italiana non funziona. Non c’è altro da dire.

Condividi