Aereo scomparso è precipitato nell’Oceano Indiano

905

L’Aereo scomparso sarebbe precipitato nell’Oceano Indiano, a dirlo è il premier malese

L’aereo scomparso potrebbe essere precipitato nell’Oceano Indiano, a due settimane circa il capo del governo malese ha inviato un sms ai familiari dei passeggeri dichiarando che il Boeing 777-200 è caduto in mare.
L’ultimo segnale trasmesso prima della scomparsa è stato localizzato nell’Oceano Indiano meridionale, in una zona in cui secondo il premier ci sarebbero ben poche speranze di individuare zone adatte all’atterraggio.

La Malaysia Air Lines ha aggiunto che non vi sarebbe alcuna speranza: nessuno dei passeggeri sarebbe sopravvissuto, ma nel frattempo la Cina chiede di poter avere delle prove certe.
Dopo l’annuncio del portavoce del Ministero degli Esteri Hong Lei, tutta la Cina desidera conoscere i dettagli della dinamica che ha visto scomparire nel nulla 153 connazionali su un totale di 239 passeggeri.
I dati forniti da Raza Najib, primo ministro malese, non sarebbero sufficienti per poter mettere un punto a questa misteriosa tragedia.
Nel frattempo proseguono i tentativi di individuare i resti dell’aereo, un volo cinese: il Ilyushin-76 proveniente da Pechino, ha affermato di aver avvistato degli oggetti di colore chiaro, piuttosto squadrati, spari nel raggio di diversi chilometri, poco dopo un altro aereo australiano ha segnalato la presenza di due oggetti colorati, uno di forma tonda e verde ed un altro di forma quadrata bianca e arancione.
Sul posto è stata inviata la nave Xue Long, una nave rompighiaccio, che dovrà pattugliare via mare un area distante 2500km a sud di Perth, lo spazio aereo è coperto da 10 apparecchi di varia nazionalità che si spingeranno fino a coprire una zona di 59mila km quadrati, compresa tra l’Australia e l’Antartico.
Tutti i resti avvistati sinora non sono stati recuperati e per tanto non possono essere analizzati.

Le autorità stanno interrogando parenti e amici di alcuni passeggeri e dell’equipaggio, dopo la scomparsa dell’aereo un altro velivolo della Maleysia Airlines ha dovuto compiere un atterraggio di emergenza ad Hong Kong per un’avaria del sistema elettrico: un guasto al generatore che alimentava l’aeroplano.

Sembrerebbe proprio che non ci sia nulla da fare.

Condividi