Airbus A320: isolati 78 Dna

275

Airbus A320: gli inquirenti del Dipartimento francese hanno isolato 78 distinti Dna, sul luogo dell’incidente, dove si è schiantato l’Airbus A320 di Germanwings. I Dna saranno confrontati con quelli delle famiglie delle vittime per l’identificazione; lo ha precisato oggi Brice Robin, Procuratore di Marsiglia. Sul luogo, della tragedia sono in corso i lavori per terminare un sentiero di accesso per veicoli 4×4, che consentirà a partire da domani sera l’evacuazione in modo più agibile e veloce dei pezzi più grossi della carlinga; infatti finora tutte le operazioni si erano potute svolgere solo con personale elitrasportato, poichè il luogo dove l’aereo è caduto è molto impervio.l_2jod

Le impronte dei Dna una volta rilevate saranno inviate a Rosny-sous-Bois, un laboratorio altamente specializzato nella regione di Parigi, questa operazione servirà a ottenere dei profili che saranno comparati ai profili dei familiari, prelevati a loro volta a Seyne, sito di raccolta dei congiunti.

Il Procuratore Robin ha precisato all’agenzia stampa tedesca Dpa: “Non è stata identificata per ora alcuna vittima, solo tracce di Dna”, la replica, fa riferimento a quanto affermato dal Bild am Sonntag che riferiva del ritrovamento di alcune parti del corpo del co-pilota di Germanwings Andreas Lubitz. La seconda scatola nera non è ancora stata ritrovata; il capo del team degli investigatori francesi ha spiegato che “l’ipotesi del guasto tecnico non può ancora essere esclusa”.

Quest’ultima dichiarazione però contrasta ampiamente con altre dichiarazioni in merito ai dettagli emersi dall’analisi della scatola nera ritrovata; alcune tracce audio con voci, grida e rumori sarebbero la prova lampante che il copilota dell’Airbus A320 a volutamente impedito al comandante di rientrare in cabina, lasciando andare il velivolo alla deriva fino allo schianto contro la montagna.

Condividi