Albenga in Liguria: Uccide la moglie e la figlia vede tutto

3092

Ha urlato dal balcone con tutto il fiato che aveva, chiedendo aiuto disperata, singhiozzante. Mentre dietro di lei si alzavano altre urla. Quelle di sua mamma che si rivolgeva al papà: «Basta, è finita, devi capirlo una volta per tutte». E poi grida di terrore, e di dolore.

Maria (ma il nome c di fantasia) ha 13 anni e ha dovuto assistere a una scena che non dimenticherà mai e che la segnerà per sempre: il padre che, preso da una furia animale, uccide la mamma a colpi di coltello per poi rivolgere l’arma contro se stesso e ferirsi a morte. È successo ad Albenga, il 2 giugno. Maria è riuscita a dare l’allarme correndo terrorizzata sul balcone. Quando i vicini hanno bussato con forza alla porta dcH’appartamcnto è stata lei stessa, tremante, ad aprire. Dentro casa, un mattatoio: la mamma c il papà erano a terra, in un lago di sangue. La donna è morta pochi istanti dopo, prima che arrivassero i soccorsi, l’uomo l’ha seguita quasi subito.

Non c stata una tragedia inaspettata. Loredana Colucci, 41 anni, e il cinquantenne Àziz E1 Mountassir, di origine egiziana, che tutti ad Albenga chiamavano Simone, erano separati da tempo. Lui però non riusciva a farsene una ragione. Era già finito in carcere per maltrattamenti, per aver minacciato Loredana e averle stretto le mani al collo, durante un litigio per strada. Dopo due mesi di cella Aziz era uscito: aveva convinto il giudice di sorveglianza che sarebbe cambiato, che, incensurato, meritava le attenuanti e il recupero sociale. Condannato a due anni, restava l’obbligo di rimanere a una distanza di almeno 100 metri dalla moglie. Provvedimento poi revocato dal gip perché l’uomo sembrava davvero ravveduto.

Non c stato così. E Loredana se lo sentiva: più volte si era recata dai carabinieri dicendo di essere seguita, di avere paura. Il 2 giugno Mountassir è a spasso per Albenga con la sua bambina, incontra anche il suo avocato. Mauro Vannucci: «Vede come sono bravo, avvocato? Non mi avvicino a casa perché se mia moglie mi vede sono guai». Parole. Pochi minuti dopo Mountassir si presenta alla porta del piccolo appartamento, abitato dalla figlia più grande, 20 anni, dove Loredana si è trasferita con la piccola. È un attimo, la lite scoppia violenta: Mountassir colpisce Loredana, la donna crolla a terra. Agli inquirenti resta un dubbio, che sarà però risolto dalle perizie: è un caso di omicidio-suicidio oppure la donna, prima di morire, è riuscita a colpire il suo aguzzino?

Condividi