Alexia, nuovo disco dopo cinque anni

462

Un ritorno grintoso e dinamico, come è sempre stata lei, come ce la ricordiamo…Alexia, inaspettatamente in radio con il nuovo singolo “Il mondo non accetta le parole”, prepara l’uscita del nuovo album, “Tu puoi se vuoi” prevista per il 5 maggio. A distanza di cinque anni dall’ultima uscita con l’album “Stars”; Alexia si riaffaccia al mondo della musica con il nuovo progetto tutto di inediti e che spaziano tra vari generi musicali, come: funky,  rock, soul, e blues; per i quali ha dato anche una spiegazione…

“Inutile provare a scindere le varie anime. Non riesco a trovare una sfumatura che mi sia più vicina dell’altra. Forse il soul in questo momento rispecchia di più il mio stato d’animo, ma li considero quattro gemelli che devono convivere; ho sempre tenuto un occhio sulle chart in Italia e un orecchio appiccicato al mio cuore, ma non mi sentivo in sintonia con quello che usciva.  Il risultato dell’attesa è un disco autoprodotto registrato tra Italia e Usa, frutto di una ricerca interiore che mi ha portato ora ad esprimermi liberamente. “Tutto in italiano, ma non ho abbandonato l’inglese: è una lingua che si sposa bene con la musica. Sono concentrata sul mio disco, ma sto già lavorando a un progetto in inglese”. Ho fatto cose commerciali, ma non mi pento. Oggi sono rivalutatissime.”

“Era un altro periodo, negli anni Novanta c’era molta spensieratezza, ma erano prodotti fatti bene, con arrangiamenti azzeccati, melodie vincenti. Non rinnego niente: tutto ciò che ho fatto mi ha portato a fortificarmi e a essere quello che sono oggi”.  Per ripartire soprattutto da me stessa ma è un invito che estendo a tutti, un’esortazione che parte fin dal titolo del disco. Dobbiamo avere il coraggio di riprenderci la nostra vita e non lasciarla nelle mani degli altri. Bisogna ripartire con nuovo entusiasmo e nuova energia, imparando dai propri errori senza mai piangersi addosso. Dopo 20 anni non è cambiato nulla dentro di me, la differenza sta nell’aver superato tante incertezze, tanti dubbi. Mi sento più matura e consapevole, ma non dimentico da dove sono partita. E poi a casa le mie bambine mi tengono con i piedi per terra: a loro non importa nulla di dischi e classifiche”.

Alexia anche sulla sua pagina social ufficiale ha spiegato: “Le parole che il mondo non accetta vanno intese come il linguaggio delle emozioni, che oggi sono sempre più spesso chiuse e non espresse dentro ognuno di noi . La canzone parla del desiderio di recuperare una storia d’amore finita. La canzone racconta le varie fasi attraversate: prima reprimiamo ciò che siamo, mettendoci in secondo piano; poi cerchiamo di aiutare l’altro anziché noi stessi; infine si arriva ad una esplosione dove si lascia che ‘il silenzio prenda il sopravvento’, dove c’è necessità di respirare, di una tregua, dove si ha il coraggio di dire sto male, di chiedere aiuto ed essere disposti a riceverlo.”

Condividi