Allarme dal Fisco: “Non usate il 730 precompilato, è zeppo di errori”

677

Allarme dal Fisco: marcia indietro dell’Agenzia delle Entrate in merito al 730 precompilato che era stato messo a disposizione online per i cittadini che da anni tribolano con la compilazione e che fino ad aprile di quest’anno dovevano recarsi presso un commercialista. L’avvento dello strabiliante modello 730, bell’e pronto aveva attirato molti contribuenti che dopo essersi informati di come funzionava il tutto, si sono messi coscienziosamente a utilizzare la novità online.

Dopo settimane di pubblicità e di indicazioni per come accedere e usufruire del “precompilato” all’improvviso su tutto è caduto il silenzio; il meraviglioso modello “pronto” è caduto nell’oblio. la motivazione è che qualcuno i sia accorto che è pieno di errori.

In termini di tempo è appena partita la seconda fase del nuovo Modello 730 Precompilato, cioè la fase operativa, durante la quale è possibile apporre modifiche e integrazioni alla dichiarazione dei redditi precompilata, da qui però emergono già i primi, consistenti problemi ed errori che interesseranno molti utenti; il precompilato non è un aiuto ma un’ulteriore giungla di tribolazioni perchè di base è zeppo di errori.
Si tratta di errori di calcolo e di dati non considerati, non inseriti ma soprattutto di dati che riguardano le detrazioni spettanti, che a essi determinano conseguenze sgradevoli per i contribuenti che hanno deciso di utilizzare il 730 Precompilato, dal momento che, di fatto tali contribuenti saranno obbligati all’integrazione della dichiarazione e, conseguentemente saranno soggetti a costi aggiuntivi e a controlli fiscali; altri controlli fiscali, insomma una confusione e una necessità di rifare che porterà lungaggini e caos; è consigliabile quindi per tutti tornare al vecchio cartaceo modello, con buona pace di tutti.

Condividi