Assegno di Maternità 2013

5493

Assegno di Maternità 2013- Per essere più precise siamo andate sul Sito dell’Inps e abbiamo cercato tutti i tipi di agevolazioni e di assegni familiari per il 2013.


Assegno di Maternità 2013 Concesso dall’Inps per le Lavoratrici e per chi ha versato contributi!

QUI TUTTO SUL BONUS BEBè 2014

Destinato a: Mamme lavoratrici o disoccupate che adottano o partoriscono un figlio naturale.

Cittadine italiane e comunitarie residenti in Italia, cittadine residenti in Italia con regolare permesso di soggiorno.

L’assegno può essere richiesto se:

La madre lavoratrice che ha diritto alla maternità ha un periodo di contribuzione pagata di almeno 3 mesi nel periodo precedente al parto o all’arrivo del bimbo adottato che va da 9 a 18 mesi.

Alle madre che è stata licenziata o che ha lasciato il lavoro e che ha 3 mesi di contribuzione pagata (come sopra)

Madri disoccupate che hanno usufruito in passato di una o più delle seguenti prestazioni: mobilità, disoccupazione. CIGS o CIGO, ASU o LPU, malattia o maternità purchè non siano passati più di 9 mesi dall’ultima prestazione alla data del parto.

Qualora la madre sia deceduta o l’affidatario del bambino sia il padre valgono le stesse regole.
Scopri anche se puoi Usufruire del Bonus Bollette 2013

La contribuzione si calcola in questo modo:

90 giorni di attività lavorativa per chi è pagato a giornata,

13 settimane di lavoro per chi è pagato a settimana,

24 ore di lavoro per 13 settimane per chi è pagato a ora

3 mesi con contributi di lavoro autonomo regolarmente versati oppure 3 mensilità di contribuzione con aliquota dello 0,72% nei 12 mesi precedenti ai due mesi prima del parto.

L’Assegno verrà corrisposto entro 120 giorni dalla richiesta, per un periodo di 5 mesi. 

La richiesta deve essere presentata entro 6 mesi dalla nascita del bimbo o dall’ingresso del bimbo adottato in casa, per via telematica sul sito dell’Inps oppure compilando il modulo  Mod.ASS.MAT.STATO-SR28 e spedendolo con raccomandata con ricevuta di ritorno con fotocopia del documento di identità, si deve essere in possesso della documentazione ISE, di tutti i dati relativi alla nascita/adozione del bimbo, dei dati relativi ai genitori e alla loro condizione economica e di eventuali permessi di soggiorno.
Assegno di Maternità 2013 per Disoccupate pagato dai Comuni

Chi non rientra tra le mamme lavoratrici potrà richiedere un Assegno di Maternità al proprio Comune.

Requisiti per fare richiesta, variano da Comune a Comune ma in generale si fa riferimento a:

– Residenza nel Comune
– Non Beneficiare di nessun altro assegno di Maternità o astensione obbligatoria per Maternità pagata

– Le cittadine comunitarie devono essere iscritte alle anagrafe del comune
– Le cittadine extracomunitare devono avere il permesso di soggiorno o avere lo status di rifugiate politiche

Per avere accesso all’assegno si fa riferimento alla situazione economica dell’anno 2012 al modello ISE, ogni comune stabilisce la fascia soglia massima di reddito.

La domanda va effettuata presso il proprio Comune ed entro 6 mesi dalla nascita del bimbo o dall’arrivo in casa del figlio adottato.

Recati presso il tuo comune per chiedere maggiori informazioni.

Condividi