Barattolo di Olive con il Botulino – Una donna in Ospedale

1025

Barattolo di Olive con il Botulino- Una donna in Ospedale

Barattolo di Olive con il Botulino Ritirato dal Commercio- Una donna in Ospedale dopo aver mangiato olive nere, si è ritrovata nel reparto di rianimazione dell’Ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì.


Barattolo di Olive con il Botulino marca“Bel Colle” conteneva olive dolci nere ed era stato acquistato presso un punto vendita della catena Eurospin: la confezione era da 400gr, sotto vuoto, appartenente al lotto 95-13 e con scadenza 25 Dicembre 2013.
Chiunque possieda questo lotto deve riportarlo in negozio.

Olive con il Botulino ritirate dal Commercio
Olive con il Botulino ritirate dal Commercio

Dopo quanto accaduto, le autorità sanitarie si sono rivolte all’Istituto Zooprofilattico della Lombardia ed Emilia Romagna per effettuare le analisi necessarie per accertarsi che il prodotto risultasse positivo alle tossine, ed  hanno quindi provveduto al ritiro immediato del prodotto da tutti i supermercati italiani.

Gli esperti impegnati sul caso avvisano che

“È importante che chiunque abbia già acquistato il prodotto del lotto in questione non lo consumi e lo consegni immediatamente, anche se la confezione è già aperta, nel punto vendita dove l’ha acquistato”.

Questo episodio ha scatenato un meccanismo di allerta rapido degli alimenti del sistema nazionale, disponendo che la ditta produttrice, con sede nel Lazio, e la ditta incaricata delle distribuzioni provvedessero al ritiro del lotto e all’informazione ai consumatori.

L’Associazione “Centro per i Diritti dei Cittadini” (CODICI) vuole aprire un’indagine per chiarire la vicenda e  tutelare quindi i consumatori:

“La tossina botulinica è uno tra i veleni naturali più pericolosi. Ne sono sufficienti dosi anche molto limitate per avere effetti potenzialmente letali. Ci chiediamo, come è potuta avvenire la contaminazione? Quali sono i controlli generalmente effettuati? I controlli sui prodotti non sono sufficienti a garantire la salubrità del prodotto finale? C’è il pericolo di contaminazione di altri prodotti?

Nel momento della restituzione del prodotto contaminato, il punto vendita dovrebbe garantire la sostituzione della merce a titolo completamente gratuito, senza alcun costo aggiuntivo per il consumatore. Se così non fosse, i cittadini sono invitati a segnalare l’accaduto all’Associazione”

Il botulismo  è un disturbo alimentare provocato a seguito dell’assunzione di alimenti che contengono la tossina del botulinica: è una delle sostanze più tossiche conosciute fino ad oggi e principalmente causa di intossicazione alimentare, soprattutto se si consumano carne e conserve che possono essere contaminate.   I sintomi dell’intossicazione si possono manifestare in un periodo di tempo che va da poche ore fino a qualche giorno dopo l’assunzione della tossina e si presentano con pupille fisse e dilatate, mucose secche, paralisi muscolare discendente e progressiva ed elevata mortalità, spesso a seguito di paralisi respiratoria.

Condividi