Berlusconi, no all’Italicum e mai più comizi all’aperto”Preso di mira dall’Isis”

269

Silvio Berlusconi si scaglia contro l’Italicum di Matteo Renzi e nonostante nel mese di gennaio abbia fatto votare Forza Italia a favore della legge elettorale al Senato adesso è ritornato sui suoi passi dichiarando tra l’altro:”Questa legge è autoritaria, non la voteremo.Non possiamo consentire a Renzi di prendere il potere totale con il 30% dei voti attraverso una legge che con lo sbarramento al 3% polverizza l’opposizione” ha dichiarato l’ex Premier Silvio Berlusconi ai gruppi FI. Ed ancora l’ex premier ha aggiunto: “Avevamo proposto l’elezione diretta.Questo governo ha fallito: hanno fallito sulla politica estera, sulla disoccupazione, sull’immigrazione. Avevamo ragione noi su tutto”.Silvio Berlusconi sostiene di non poter votare in modo favorevole la legge elettorale per il semplice fatto che il Premier Matteo Renzi l’abbia cambiata molte volte, ben 17 volte.

“Siamo ancora qui e faremo il partito repubblicano sul modello americano: il partito dei moderati.Siamo un Paese a democrazia sospesa: siamo al terzo governo non eletto”ribadisce Berlusconi. Le dichiarazioni sopra citate sono state effettuate nella giornata di ieri proprio nel corso di un’assemblea con FI dove tra l’altro l’ex Premier ha deciso di comunicare ai presenti la sua decisione di non voler più svolgere comizi fuori all’aperto ma soltanto al chiuso. : “Andrò in televisione e farò comizi ma solo al chiuso perché all’aperto qualcuno può attentare alla mia vita”, ha dichiarato Berlusconi il quale ha anche aggiunto di essere stato preso di mira dai miliziani dell’Isis e da questo ne scaturisce la decisione di non voler più far alcun comizio all’aperto.

Condividi