Berlusconi non c’è un erede carismatico “Non lascio Forza Italia”

188

Vorrei lasciare la politica, anche perche l’età me lo permette, ma non posso lasciare purtroppo non trovo nessuna persona con il mio stesso carisma, una persona che può attirare a se l’attenzione della gente. Per adesso rimango io il Leader di Forza Italia.

L’ex cavaliere in una intervista rilasciata dal giornale Quotidiano Nazionale ha dichiarato:

«Non sono più un ragazzino, ma mi sento obbligato a rimanere in campo fino a quando non ci sarà qualcuno che mi potrà sostituire nel progetto didare vita alla maggioranza politica dei moderati. Spero che si faccia vivo presto, anche se al momento non vedo nessuno cui passare il testimone».

«Gli eredi non si possono tirare fuori . Il carisma uno o ce l’ha o non ce l’ha. Ho dato possibilità a tanta gente, ma nessuno ha avuto la spinta carismatica».

Berlusconi, poi si sofferma sulle rotture del suo partito «sul piano umano sono stati momenti di dispiacere.Però senza tante sorprese». «Ho indicato il partito Repubblicano  solo come modello
di contrapposizione al partito democratico. È quel che manca in Italia: un movimento leggero,strutturato come un comitato elettorale, al quale aderiscano tutti gli elettori che non votano per la
sinistra».

Poi fa una riflessione sull’attuale momento politico che vive l’Italia «Non abbiamo cambiato idea sulle riforme. È Renzi che ci ha imposto 17 cambiamenti rispetto al progetto iniziale e quando poi si è trattato di scegliere il massimo garante di questo processo riformatore ha deciso di agire da solo. In quel momento, abbiamo capito che non pensava affatto a lavorare insieme con lealtà, ma solo a un disegno di potere per il quale non aveva i numeri in Parlamento. Era ovvio che le strade si dividessero».

Condividi