Bologna: festini e droga ceduta a studenti, denunciato un docente universitario

289

Pena severa per un docente dell’Ateneo di Bologna, il quale è finito a processo per truffa ai danni dell’Università e per aver ceduto droga ad alcuni specializzandi della scuola di Psichiatria. Il protagonista di questa assurda storia si chiama Alessandro Serretti e come già anticipato è il docente dell’Ateneo di Bologna il quale era solito organizzare anche dei festini in orario extralavorativi invitando i suoi alunni e offrendo loro droga.

La condanna per Alessandro Serretti è arrivata ieri, ovvero un anno di reclusione e come pena accessoria l’interdizione dai pubblici uffici per un anno, ma praticamente sia la prima che la seconda pena sono state sospese, su decisione del giudice Gianluca Petroniani Gelosi il quale ha praticamente concesso a Serretti le attenuanti generiche ma ha accolto la richiesta dell’Alma Mater ovvero la parte civile nel processo.

Stando alla richiesta sopra citata, Alessandro Serretti dovrà versare all‘Ateneo un risarcimento pari a 50.000 euro, sentenza che lo stesso Serretti ha ascoltato con le sue stesse orecchie essendo andato di persona in aula nel pomeriggio di ieri, in compagnia della moglie e del suo avvocato Gianluigi Lebro. Il docente ricordiamo era stato accusato dalla Procura di cessione di stupefacenti, avendo offerto cocaina agli studenti ed altre droghe e di truffa per un incarico extraistituzionale a un’allieva. L’accusa aveva chiesto una condanna a due anni e otto mesi. All’uscita dal Tribunale il professore non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione, si è solo limitato a dire “Aspettiamo”, e poi è stato allontanato dai cronisti proprio dalla moglie che lo ha tirato per il braccio.

Condividi