Braccio di ferro tra Grecia e UE: Non si accettano ultimatum

162

In queste ore continua ad andare avanti il braccio di ferro tra Grecia e Unione Europea. La nazione è colpita da un ultimatum durissimo da parte dei vertici UE, relativa alla situazione di ristrutturazione del debito di Atene. L’unico piano attualmente in vigore è quello relativo alla possibilità di u accordo a 19, altrimenti le speranze sono ridotte.
Questa è la dichiarazione presentate da parte del portavoce della Commissione Europea. Quindi nessun piano B per tutto il braccio di ferro? Se non ci fosse nessuna intensa con la Grecia? Di contro i politici greci non hanno nessuna intenzione di accettare un ultimatum, per questo la scelta finale sarà presa da tutti i 19 Stati integrati nell’Euro.

GREECE PRESIDENT VOTING
L’obiettivo della Grecia è quello di trovare una soluzione perfetta per tutti e la comunicazione è stata presentata con una dichiarazione diffusa dell’Ufficio del Primo Ministro Greco. Non esiste nessuna intenzione di accettare, in merito a questa intricata vicenda ha lasciato il suo commento anche Padoan, dichiarando che la riunione tenutasi ieri, non è stata molto utile e l’idea è quella di partire da un dialogo costruttivo.
Nel frattempo l’Italia continua a tutelare sempre e solo i suoi interessi, insomma per il momento la Grecia non ha nessun alleato da cui ottenere un voto a favore. La decisione finale sarà quella ufficiale e di conseguenza nessuno farà nulla per evitare l’uscita della Grecia dalla zona Euro?
Non ci resta che attendere gli aggiornamenti ufficiali per scoprire quale sarà il progetto finale, le ultime news parlano di una richiesta di 4 mesi da parte dei politici della Grecia.

 

Condividi