Caldo record, a Torino morti 140 anziani

132

TORINO – Mentre l’Arpa Piemonte segnala una lieve attenuazione del caldo torrido, specie nel fine settimana, a causa di una perturbazione di origine atlantica, si aggrava il bilancio delle morti causate dalle alte temperature. Secondo un’indagine effettuata dalla meteorologa Renata Pelosini, nel mese di giugno si è registrato un aumento della mortalità nelle fasce a rischio del 20 per cento e 140 decessi degli over 75 dovuti al caldo solo nei primi 10 giorni di luglio.

IL BILANCIO – Un bilancio drammatico, prova che questa stagione estiva da record sta lasciando il segno, eguagliando quasi quella dell’estate del 2003, dove solo in Italia ci sono stati 20mila morti. Secondo i meteorologi il caldo è destinato a protrasi ancora per molto tempo, con temperature ancora al di sopra delle medie stagionali.

LE PREVISIONI – Salvo una leggera ondata di maltempo prevista per domenica – giornata durante la quale i rilievi saranno interessati da rovesci e temporali che porterranno un refrigerio temporaneo – le temperature si manterranno sempre molto elevate, con picchi anche di 40 gradi. Intanto è allarme ozono in città: il livello di emergenza è massimo e la salute per i cittadini è seriamente compromessa.

Condividi