Cent’anni di solitudine, rubata la prima copia con dedica di Marquez

325

Incredibile furto: una copia di Cent’anni di solitudine della prima edizione del 1967 corredata da dedica e firma di Gabriel Garcia Marquez è stata rubata sabato 2 maggio a Bogotà nel corso della Feria Internacional del Libro.  Il volume, appartenente al libraio bogotano Alvaro Castillo, era conservato e esposto in una teca chiusa a chiave e sottoposta a vigilanza all’interno del padiglione Macondo, dedicato proprio all’opera di Marquez che era li per celebrare un anno della scomparsa del grande scrittore.

 Il libro trafugato è una copia di gran pregio; una delle ottomila primissime stampe che hanno reso lo scrittore famoso in tutto il mondo grazie al suo capolavoro. Ma il libro in questione ha anche e soprattutto un valore aggiunto molto personale, infatti, reca una dedica speciale ad Alvaro Castillo che dice: “Per Alvaro, pastore dei libri, come ieri e come oggi”, con la firma autentica del premio Nobel.  La copia di Cent’anni di solitudine «fa parte del patrimonio nazionale colombiano», come ha dichiarato Castillo alla stampa.

WikiBio

“Gabriel José de la Concordia García Márquez, soprannominato Gabo (Aracataca, 6 marzo 1927; Città del Messico, 17 aprile 2014), è stato uno scrittore, giornalista e saggista colombiano, insignito del Premio Nobel per la letteratura nel 1982. Tra i maggiori scrittori in lingua spagnola, García Márquez è considerato uno dei più emblematici esponenti del cosiddetto realismo magico, la cui opera ha fortemente contribuito a rilanciare l’interesse per la letteratura latinoamericana.Dotato di uno stile scorrevole, ricco e costantemente pervaso di un’amara ironia, i suoi romanzi sono caratterizzati da articolate strutture narrative, con frequenti intrecci fra realtà e fantasia, fra storia e leggenda, con la presenza di molteplici piani di lettura, anche allegorici, tenuti assieme da un sapiente uso della prolessi e dell’analessi. 

Il suo romanzo più famoso, Cent’anni di solitudine, è stato votato, durante il IV Congresso internazionale della Lingua Spagnola, tenutosi a Cartagena nel marzo del 2007, come seconda opera in lingua spagnola più importante mai scritta, preceduta solo da Don Chisciotte della Mancia di Miguel de Cervantes.”

Condividi