Colognola ai Colli, 17enne si uccide dopo aver ammazzato la madre e ferito il padre

241

Una lite familiare trasformata in una vera e propria tragedia familiare quella avvenuta nel comune di Colognola ai Colli. Il bilancio è di una vittima, Manuela Panato una donna di 47 anni maestra all‘Istituto comprensivo di Colognola ai Colli uccisa dal proprio figlio di 17 anni a colpi d’accetta. Ebbene si, dopo una lite piuttosto accesa tra madre e figlia, il giovane 17enne ha praticamente ucciso a colpi d’accetta la madre, ferendo anche gravemente il padre ovvero Riccardo Milano, tentando in ultimo di suicidarsi facendosi travolgere dal trattore, il tutto purtroppo davanti gli occhi del fratello di 20 anni.

Una vera tragedia dunque che ha completamente sconvolto l’intero paese. Il corpo della donna è stato ritrovato in una delle camere dell’abitazione sita in campagna, lontana dal centro cittadino, una casa piuttosto isolata dove è presente anche l’azienda di famiglia. Il padre, Riccardo Milani è un imprenditore di 50 anni, il quale è stato ferito gravemente dal figlio ed accompagnato dall’altro figlio di 20 anni in ospedale dove è ancora ricoverato in condizioni purtroppo gravissime.

Il giovane che ha assistito a tutta la scena si trova ancora in stato di shock, mentre l’artefice di questa tragedia si trova ricoverato in ospedale in coma irreversibile.Sono tuttavia in corso le indagini da parte dei carabinieri per cercare di capire la dinamica dei fatti ed anche per cercare di ritrovare l’arma del delitto, che sembra si tratti di un’accetta non ancora pervenuta. “Non c’era mai stato alcun segnale che lasciasse non dico presagire una tragedia simile, ma anche solo pensare che ci fosse una situazione di disagio nella famiglia, la nostra è una comunità tranquilla, dove si vive bene, a misura d’uomo, dire che sono incredulo è dire poco”, dichiara il Sindaco di Colognola ai Colli, Alberto Martelletto. 

Condividi