Compagnie aeree dopo schianto dell’Airbus attivano nuove regole

237

In seguito allo schianto dell’Airbus sulle Alpi francesi nei giorni scorsi, che ha provocato la morte di 150 persone, diverse compagnie aeree hanno reagito alla notizia attivando nuove regole come quella di imporre la presenza continua ed obbligatoria di due piloti nella cabina di comando.

Tra le compagnie che hanno deciso di attivare questa nuova regola figurano ALitalia e la compagnia low cost easyjet, così come la compagnia canadese Air Transat. Stessa decisione presa anche dalla low cost Norwegian Air Shuttle, il cui responsabile delle operazioni di volo, Thomas Hesthammer, ha dichiarato: “Quando un occupante lascerà la cabina di pilotaggio, dovranno comunque essere presenti due persone”.Tale novità entrerà in vigore già a partire da oggi.

Compagnie aeree dopo schianto dell'Airbus attivano nuove regole

Le compagnie sono concordi nel dichiarare che sarebbe opportuno inserire un terzo pilota nella cabina, che tra l’altro è fatta per ospitare tre piloti, partendo dal presupposto che non dovrebbe mai verificarsi una situazione in cui in cabina sia presente soltanto un pilota.Nello specifico, dunque, Alitalia fa sapere che a breve verrà attivata la regola secondo la quale nella cabina di pilotaggio dovranno esserci sempre come minimo due persone, così come dichiarato anche dalla compagnia Easyjet che già a partire da oggi introdurrà una nuova regola in base alla quale due membri dell’equipaggio saranno presenti in cabina di pilotaggio, decisione tra l’altro presa in accordo con la Civil Aviation Authority. Regole, dunque che riportano un po’ indietro nel tempo, ovvero all’11 settembre quando in seguito all’attentato sulle Torri Gemelle, le compagnie aeree decisero di bloccare le porte dei cockpit, consentendo solo ai piloti dall’interno di sbloccarle.

Condividi