Cosa mettere nella valigia per l’ospedale?

2558
cosa-mettere-nella-valigia-per-l-ospedale

Cosa mettere nella Valigia per l’Ospedale?-Organizzare la valigia per l’ospedale, è un qualcosa che può causare confusione e dubbi, specie se è il primo figlio, perchè non si sa bene cosa può davvero servire.

cosa-mettere-nella-valigia-per-l-ospedaleInnanzitutto, meglio un borsone morbido piuttosto che un trolley rigido. In reparto infatti, l’armadietto che si ha a disposizione non è grande, quindi se avete un bagaglio morbido riuscite a sistemarlo meglio perché si adatta più facilmente.

Mi raccomando, la valigia per l’ospedale deve essere pronta alla 34^ settimana.

Ecco alcuni consigli pratici:

Cose da Mettere nella Valigia per l’Ospedale per la Mamma

3 camicie da notte che si possono aprire completamente sul davanti per permettere l’allattamento. Le camicie da notte sono preferibili ai pigiami per una questione di comodità, (si possono avere dei punti per un’eventuale episiotomia o lacerazione, se si fa il cesareo avete il catetere per le prime 24 ore…insomma, avere la zona vagino-perineale libera, è molto meglio);

1 camicia da notte a cui non si tiene molto, per poterla indossare durante il travaglio ed il parto (si sporcherà facilmente);

 

 
Leggi Anche: Stimolazione Naturale del Travaglio

1 vestaglia;

pantofole preferibilmente lavabili, cosicché quando si bagnano durante le docce / i bagni caldi durante il travaglio o se si sporcano, non è un problema;

– possono essere utili dei calzettoni (di lana, di spugna o di cotone, in base alla stagione), sia per tenere i piedi caldi durante il travaglio, sia per camminare a piedi scalzi qualora ne sentiste il bisogno per una maggior comodità durante le doglie;

4 paia di mutande a rete usa e getta per il post partum;

1 confezione di assorbenti Post-Partum, non quelli classici per le mestruazioni! Devono essere lunghi, e non eccessivamente sottili. Nei primi 5-7 giorni dal parto, le perdite che si hanno sono più abbondanti delle normali mestruazioni, quindi è bene usare questi specifici. Successivamente, quando si torna ad un flusso normale, allora si può passare ai soliti assorbenti;

– tutto il necessario per l’Igiene Quotidiana (spazzolino, dentifricio, deodorante, pettine, sapone, shampoo, ecc…), con una particolare attenzione al detergente intimo. Questo infatti non deve essere il  solito detergente commerciale. Sia che abbiamo i punti, sia che non li abbiamo, dopo il parto la vagina è un pochino più delicata, quindi è bene utilizzare detergenti specifici. L’ideale è un prodotto naturale come  la Tintura Madre di Calendula. Si mettono una 40ina di gocce in una bottiglia grande d’acqua fresca, e ci si lava. Non è aggressiva, cicatrizza e lenisce dolori e fastidi. Altrimenti sono dei buoni prodotti anche la Saugella ed il Bergamon alfa;

asciugamani vari (per il viso, da doccia, da bidet…);

caricabatterie e cellulare;

– durante il travaglio ed il parto, vi consiglio di avere sempre a portata di mano 1 bottiglia d’acqua grande e piccoli snack energetici (caramelle, bustine di zucchero, fette biscottate e marmellata, miele, cioccolata…). Il travaglio può durare anche molte ore e, come dice il nome, è faticoso e che necessita di molte energie, quindi è bene mangiucchiare queste cose ogni tanto;

Comunque ricordatevi che dovete stare il più possibile comode e rilassate, quindi regolatevi di conseguenza scegliendo gli indumenti e gli oggetti più indicati.

Leggi anche: Come capire se si Sono Rotte le Acque

Cosa da mettere in valigia per il bambino/a

Solitamente ogni reparto maternità ha le sue regole in merito alle cose da portare per i piccolini. Bisogna quindi chiedere al personale cosa è richiesto. In linea di massima però, serve:

4-5 cambi completi, cioè tutina intera (cotone o ciniglia/lana in base alle stagioni), body (con o senza manica sempre in base al periodo), calzini di cotone. Ogni cambio andrebbe sistemato in un sacchettino su cui bisogna riportare nome del bambino e nome e cognome della madre (es. Luca figlio di Maria Rossi);

1 copertina di cotone o lana a seconda della stagione.

Le cose più importanti da portare con voi però, sono sempre serenità e fiducia in voi stesse. Se poi c’è anche un partner coraggioso che sta con voi e vi sostiene, ancora meglio!

Alessia

Condividi