D’Alema attacca: “Gestione arrogante di Renzi”

216

Bastano poco più di dieci minuti sul palco, e Massimo D’Alema accende la riunione delle minoranze del Pd a Roma, minoranze al plurale perchè lo stesso ex premier a sottolinearlo “manca unità d’azione”, non servono ultimatum, ma colpi per lasciare il segno, poi l’affondo che riapre lo scontro con Renzi:

“In un partito a forte conduzzione personale, e anche con un certo carico di arroganza può avere un peso soltante se si muove con coerenza con assoluta intransiggenza”. dalema-1024x680-960x637

D’Alema percorre la strada di una grande associazione per il rinnovamento e la rinascita della sinistra, nella sala sono presenti le anime più dialoganti come Speranza, per la segreteria c’è Carbone, nessuno vuole una scissione, Bersani però fa notare come sono in tanti ad essere a disagio in questo Pd.

Una montagna da scalare per Cuperlo che si rivolge a D’Alema e lo critica “La sinistra ha ceduto negli anni in cuoi tu hai avuto il potere”. All’attacco di D’Alema risponde a distanza prima Orfini:

“Dispiace che dirigenti importanti per la storia della sinistra usino toni degni di una rissa da bar. Cosi si offende la nostra comunità”.

Condividi