Danimarca, donatore di sperma trasmette malattia genetica a 100 bambini

446

Danimarca_ è salito il numero dei bambini  nati dallo sperma del ‘donatore 7042’, che una clinica danese utilizzò, ignorando che l’uomo era portatore di una malattia genetica rara. In un primo momento era stato reso noto che i bimbi erano 43, ora emerge che sono un centinaio.

l Mail on Sunday, che cita le autorità sanitarie del Belgio, ha reso noto che le donne fecondate con lo sperma di “donatore 7042” hanno poi avuto bimbi affetti da neurofibromatosi,  La malattia, con un genitore naturale portatore sano, ha il 50% di possibilità di manifestarsi.  Il caso, risalente a tre anni fa, ha determinato le variazioni dei regolamenti in Danimarca in merito alla fecondazione artificiale. Il donatore 7042 ha donato lo sperma nel centro specializzato clinico Nordic Cryobank ma è stato in seguito usato in ben 14 diverse cliniche in America, Canada, Belgio, Islanda, Georgia, Grecia, Spagna e Thailandia. Ora quattro famiglie stanno facendo causa alla clinica.

Donatori-di-sperma

A far emerge la terribile verità   è stata una mamma,  dopo aver scoperto la malattia del suo bambino, nato dal donatore danese. La neurofibromatosi di tipo I (NF1) è meglio conosciuta come morbo di Von Recklinghausen, dal nome del patologo tedesco che la scoprì. La malattia, di cui sono affetti ogni anno circa 4mila bambini nel Regno Unito, prevede alta pressione sanguigna, deformità alle ossa, scogliosi, problemi di apprendimento e difetti alla vista, inclusi tumori al nervo ottico. Inoltre in Danimarca il fenomeno delle donazioni di sperma è in crescita, e desta preoccupazione l’espansione e la pratica cosi gettonata.

Ma sta prendendo piede anche  un altro fenomeno in piena espansione e molto preoccupante, quello dei donatori anonimi di sperma che agiscono al di fuori delle cliniche; nelle camere d’albergo con siringhe sterili o  rapporti sessuali per fecondare. Il gran numero di gruppi Facebook di donatori ne è la prova. Basta cliccare ‘donatore di sperma’ per trovarsi di fronte a qualcosa di sconcertante. “Ciao come stai? Hai figli?”. Se a questa domanda si risponde  di no basta mettersi d’accordo per averne uno. Come comperare caramelle al mercato. Roba dell’altro mondo? No roba di questo mondo…purtroppo.

Condividi