Ddl anticorruzione maggioranza divisasulla prescrizione ma la Boschi confida in un accordo

242

La maggioranza risulta divisa sulla riforma della prescrizione. Il punto di disaccordo si è avuto quando Dambruoso (Sc) e Amoddio (Pd), relatori del provvedimento, sostenuti dal governo, hanno fatto la proposta di aumentare della metà i tempi di prescrizione per i reati di corruzione più gravi.

Il Pd e il Sel si sono dichiarati favorevoli, mentre i partiti Ncd e Forza Italia si sono opposti duramente a questa proposta. All’esame della commissione Giustizia della Camera, Area Popolare (Ncd-Udc) voterà contro il testo.boschi1

 Il capogruppo Ap della Commissione, Alessandro Pagano, ammette che con questa proposta, combinando la sospensione, l’allungamento dei reati con leggi precedenti e l’ulteriore allungamento del termine di prescrizione della metà, si corre il rischio di stabilire un termine di 25-30 anni ed è qualcosa di “inammissibile per un Paese civile che deve garantire gli innocenti e una durata ragionevole del processo”. Pagano aggiunge che questo è il segno evidente di una posizione ideologica che pone in difficoltà il Governo.

 Maria Elena Boschi, in questo clima di spaccatura della maggioranza sulla riforma della prescrizione, si dichiara fiduciosa nel lavorare con il ministro Orlando, la presidente Ferranti e i membri della commissione. “La maggioranza ha già individuato un’ipotesi di accordo” ha riferito la Boschi in tono ottimista.

 La Amoddio, relatrice Pd della riforma di prescrizione, ha riferito che è stato chiesto a tutti i gruppi di contribuire facendo le loro proposte, tenendo conto della necessità di incidere sul reato di corruzione e di corruzione in atti giudiziari.

 Ha sottolineato l’aumento della metà per il termine della prescrizione ricordando che, tra tutti i reati contro la Pubblica Amministrazione, la corruzione è il più duro da scoprire in quanto si basa su un patto tra corruttore e corrotto. “Di qui la necessità di un tempo più lungo… Mi pare in definitiva che la posizione di Area Popolare sia completamente incomprensibile” ha commentato la Amoddio.

Condividi