Difendere i Bimbi dal Soffocamento: i Consigli

818

Molti Bambini regolarmente rischiano di soffocare o muoiono per soffocamento. Scopri come Difendere i Bimbi dal Soffocamento.


Purtroppo sempre più bimbi soffocano o rischiano di farlo perchè ingeriscono oggetti o cibi sbagliati, come caramelle, monete, chicchi d’uva etc.

Per discutere di questo problema si è riunita dall’8 al 10 Marzo a Montecarlo la Federazione Italiana Medici Pediatri, per cercare di formare chi sta a contatto con i bimbi a saper gestire l’emergenza per Difendere i Bimbi dal Soffocamento.

Forse potrebbe interessarti anche: Sicurezza nel Babywearing

A tal proposito, ecco i consigli che sono stati stilati dalla Federazione Italiana Medici Pediatri per aiutare le persone come genitori, nonni e baby sitter a Difendere i Bimbi dal Soffocamento, ovvero delle azioni molto semplici ma utili alla Vita:

  • Non dare ai bimbi cibi solidi prima che sappiano masticarli e deglutirli
  • Non lasciare alla portata dei bimbi oggetti piccoli che potrebbero incuriosirli per Difendere i Bimbi dal Soffocamento
  • Acquistare giocattoli assolutamente a norma e adatti per l’età dei bimbi, prestando attenzione che non si possano rompere in parti piccine: per i bimbi di meno di 10 mesi la sagoma dell’oggetto deve essere superiore ai 30×50 millimetri, mentre per i bambini con meno di 3 anni il diametro deve essere maggiore di 31,7 millimetri
  • Se capita un incidente, per Difendere i Bimbi dal Soffocamento,  non farsi prendere dal panico ma provvedere a chiamare subito i soccorsi, facendo arrivare persone vicine e chiamando il 118
  • Mentre si attende, praticare le prime manovre per soccorrere il bimbo, magari restando al telefono con l’operatore del 118, che sappia fornire le giuste indicazioni
  • Se il bimbo ha più di 3 anni si deve mettere leggermente prono in avanti con la testa rivolta verso il basso, dando 5 colpi decisi con la mano sulla schiena, nella parte centro-laterale
  • Se in questo modo il corpo non viene espulso, bisogna praticare la Manovra di Heimlich, che consiste nel mettere un pugno sopra l’ombelico, circondarlo con la mano non impegnata e spingere verso la parte interna e in alto nello stesso momento per aumentare la pressione interna al torace e semplificare l’espulsione. Ripetere le azioni fino all’arrivo dei soccorsi.
  • Se il bimbo è più  piccolo cambia la posizione da cui intervenire, infatti bisogna sedersi mettendo il bambino a faccia in giù poggiato sulle gambe, dando colpi sulla schiena dal centro andando verso l’esterno. Poi il bambino deve essere messo su una parte rigida praticando compressioni toraciche molto simili al massaggio cardiaco. Non bisogna mai mettere il bimbo a testa in giù.
  • Se il bambino è incosciente, bisogna anche fare la rianimazione cardiopolmonare, cioè respirazione bocca a bocca alternata a massaggio cardiaco
  • Superata la fase di emergenza è consigliabile ugualmente sottoporre il bambino ad un dovuto controllo medico, per verificare conseguenze come una polmonite ab ingestis provocata dal corpo estraneo che è rimasto per del tempo nelle vie aeree.

Forse potrebbe interessarti anche: La Televisione aiuta l’Obesità dei Bimbi

Si è illustrato il decalogo fatto dalla Federazione Italiana Medici Pediatri per Difendere i Bimbi dal Soffocamento, ma questa non è la sola azione portata avanti dall’organizzazione, la quale sta provvedendo per mezzo di collaborazioni con altri enti e associazioni anche ad organizzare Corsi di Formazione per ovviare a questi spiacevoli eventi.

Condividi