Dopo la strage a Tunisi rientrano le 4 salme italiane

216

Tunisi doveva essere una tappa della loro crociera, li sono stati uccisi dai terroristi. Un volo dell’Aereonatica militare riporta le quattro bare, Antonella Sesino, Giuseppina Biella, Francesco Caldara e Orazio Conte, a Ciampino li attende il Presidente del Consiglio Mattero Renzi che abbraccia i parenti uno ad uno, ci sono i due figli di Antonella Sesino, c’è il marito di Giuseppina Biella che cammina su una stampella, la moglie è morta tra le sue braccia.

“Ho accolto le famiglie dei 4 italiani uccisi a Tunisi e le salme dei loro cari. Ho condiviso con loro il dolore e l’abbraccio di tutta Italia”. Queste sono state le parole di Renzi in un tweet.Tunisi, tornato in Italia le salme e cresce il rischio attentati nel nostro paese

La benidizione delle salma, poi, trasferite all’istituto di medicina legale del Gemelli dove vengona effettuate le autopsie per chiarire le cause della morte.

Attentato con finalità di terrorismo è il fascicolo aperto dalla Procura di Roma, oggi i carabinieri del Ros saranno a Tunisi per ricostruire quanto accaduto, per capire dove si trovavano i 4 italiani prima di essere colpiti a morte.

Dopo l’attentato al Museo del Bardo, il Viminale non esclude atti emulativi, anche nel nostro paese, da qui la necessità di innalzare il livello di sicurezza in tutta Italia.

Condividi