Eco Cucina: perché acquista la cucina ecologica di Carta

2443

Negli ultimi decenni il recupero e il riciclaggio dei materiali di consumo sta diventando un fenomeno che sta conquistando tutto il mondo. La poca attenzione a questa azione sta comportando la crescita e lo sviluppo di inquinamento ambientale sempre di più elevato e, proprio per questo, è importante compiere dei piccoli gesti che possono in qualche modo fare la differenza.

Ancora non è del tutto un concetto facile da trasmettere alle popolazioni, ma sicuramente, grazie a nuove norme messe in atto, sta diventando un’azione abituale da svolgere nelle nostre abitazioni.

Se ognuno di noi svolgesse completamente il suo compito di smaltimento di rifiuti, dividendo per categoria ogni scarto prodotto, tutto ciò comporterebbe un piccolo aiuto per ambientale in cui viviamo.

Il primo passo per iniziare è la separazione dei materiali per procedere così al riciclaggio dei rifiuti e poter recuperare il materiale da riutilizzare: la divisione di bottiglie di plastica da quelle di vetro e dalla carta, sono un ottimo modo per contribuire al riciclaggio.

Nei comuni della nostra città possiamo anche trovare i centri di raccolta, dove é possibile depositare quello che non viene ritirato. Ad ogni modo, pensate che i materiali che vengono riciclati possono essere utilizzati anche per la realizzazione di nuovi prodotti e, perché no, mobili!

Cucina Ecologica – Ecco a nuova cucina Eco Friendly

Cucina Ecologica- Non più supporto scrittorio ma piano di lavoro: la carta si trasforma e diventa materiale principe nell’avveniristico progetto di Alessio Bassan per Key Cucine, che è stato presentato all’8 edizione dello Yoga Festival di Milano, 11-12-13 ottobre 2013.

Tutto ha origine da un foglio accartocciato e buttato nel cestino dell’ufficio che, opportunamente riciclato e lavorato con resine naturali, dà vita ad un materiale dal nome buffo quanto indicativo: Paperstone® (80% fibre di cellulosa, 20% resine naturali). Già perché, oltre ad essere stato concepito con attenzione assoluta nei confronti dell’ecosistema (gli stessi colori utilizzati per il rivestimento a scacchiera sono stati creati mediante processi non inquinanti), questo materiale è anche particolarmente resistente alle sollecitazioni e all’acqua. Davanti quest’invenzione ogni dubbio scompare: è davvero possibile costruire nel totale rispetto dell’ambiente. La cucina di Alessio Bassan è uno splendido esempio di tecnologia e sostenibilità che si fondono per dar vita ad un prodotto artigianale di altissima qualità.

E quale luogo migliore se non lo Yoga Festival di Milano per presentare questo progetto?

L’Eco Cucina infatti è stata esposta nella sezione Casa Yoga, lo spazio del Festival riservato alla scienza dell’abitare, la Vastu VNon più supporto scrittorio ma piano di lavoro: la carta si trasforma e diventa materiale principe nell’avveniristico progetto di Alessio Bassan per Key Cucine, che è stato presentato all’8 edizione dello Yoga Festival di Milano, 11-12-13 ottobre 2013.
Tutto ha origine da un foglio accartocciato e buttato nel cestino dell’ufficio che, opportunamente riciclato e lavorato con resine naturali, dà vita ad un materiale dal nome buffo quanto indicativo: Paperstone® (80% fibre di cellulosa, 20% resine naturali). Già perché, oltre ad essere stato concepito con attenzione assoluta nei confronti dell’ecosistema (gli stessi colori utilizzati per il rivestimento a scacchiera sono stati creati mediante processi non inquinanti), questo materiale è anche particolarmente resistente alle sollecitazioni e all’acqua.

Davanti quest’invenzione ogni dubbio scompare: è davvero possibile costruire nel totale rispetto dell’ambiente. La cucina di Alessio Bassan è uno splendido esempio di tecnologia e sostenibilità che si fondono per dar vita ad un prodotto artigianale di altissima qualità.
E quale luogo migliore se non lo Yoga Festival di Milano per presentare questo progetto?

Nell’era del digitale il futuro è di carta.

Leggi anche: 
Riciclare le bottiglie per costruire scarpe
Arredamento in Cartone

Condividi