Expo, il Presidente Mattarella condanna gli atti di violenza

306

Alla luce di quanto accaduto nella giornata di ieri a Milano, il Presidente Mattarella ha condannato la violenza e ha ricordato che adesso, sarà necessario punire coloro i quali hanno scatenato tali violenze a Milano. Sergio Mattarella ha parlato di violenza, “tanto più esecrabile in quanto rivolta contro un evento che ha come obiettivo la nutrizione del pianeta, la lotta alla fame e alla denutrizione e un ordine mondiale fondato su una maggiore equità tra Paesi ricchi e Paesi in via di sviluppo”.

Solidarietà nei confronti dei cittadini milanesi e nei confronti delle forze dell’ordine che da giorni ormai sono impegnati nella lotta contro i No Expo che ricordiamo nella giornata di ieri hanno dato letteralmente fuoco a negozi ed auto. Auguri di pronta guarigione a coloro i quali sono rimasti feriti, soprattutto gli agenti con l’auspicio che i responsabili delle violenze siano assicurati al più presto alla giustizia, è questo quanto dichiarato dal Presidente Mattarella.

Diffuse le notizie degli scontri, la Presidenza del Consiglio attraverso una nota ha dichiarato:“Il volto autentico di Milano è quello, positivo nobile e bello, dell’apertura dell’Expo al mondo e al futuro. Il messaggio di lavoro, orgoglio e valori che viene da Expo non può essere e non sarà insultato dai violenti e da questi vigliacchi incappucciati”. Intervenuta sulla vicenda anche la Presidente della Camera Laura Boldrini, la quale ha dichiarato: «Una violenza così insensata danneggia tutta la collettività, inclusi coloro che legittimamente hanno un’opinione critica sull’Expo e devono poterla manifestare senza che la loro voce sia messa a tacere dai violenti». 

Condividi