F35, finito sotto accusa il Ministro Pinotti: Sel chiede le sue dimissioni

423

Il Ministro della Difesa Roberta Pinotti è stato fortemente attaccato da Sel sulla questione degli F35, tanto da essere stata definita non all’altezza della situazione e del ruolo che svolge. «Nonostante l’impegno del governo e del ministero della Difesa e la mozione approvata dal parlamento in questa direzione, si continua con gli investimenti in armi.Non è adeguato al ruolo che svolge e chiediamo che rapidamente avvenga un cambio. Altrimenti si renderà necessaria la richiesta di dimissioni con una mozione in parlamento», ha dichiarato Scotto Arturo ovvero il capogruppo di Sel. Arrivate in questi giorni anche critiche da parte di Vendola nei confronti del Def e nello specifico lo stesso avrebbe dichiarato: “Renzi corre come una lepre. L’essenziale è sfuggire alla verifica dei fatti.

Le misure del governo aggraveranno la crisi sociale. C’è una visione ragionieristica che, con la propaganda, vedrà ulteriormente lesionato il diritto alla salute. Il governo vive di propaganda. L’idea che si possa mettere la fiducia sulla legge elettorale è gravissima, e conferma l’atteggiamento padronale del governo su una materia tipicamente parlamentare. E’ incredibile come si sta procedendo”.

Non potevano mancare critiche nei riguardi dell’Italicum, ovvero il tema focale e tanto discusso in queste ultime settimane e nello specifico Scotto ha dichiarato: “Il voto segreto passa per una furbizia. C’è molta strumentalità nelle parole della Boschi. La fiducia è un atto indicibile, il voto segreto è un diritto delle opposizioni. La Boschi dovrebbe andarsi a studiare i regolamenti parlamentari, se non vuole passare alla storia come epigono del ministro Scelba”. 

Condividi