Fase di sperimentazione farmaco per combattere il cancro al cervello

252

Grazie alle analisi e alle occasioni presentate da uno scienziato italiano, sembra sempre più reale il sogno di poter vedere un farmaco attivo contro il cancro al cervello. Antonio Iavarone è uno scienziato italiano trasferitosi in America, luogo dove ha potuto sviluppare una mappa genetica completa mai realizzata fino ad ora.
Il progetto è quello di trovare la terapia corretta per abbattere il glioblastoma, ovvero il tumore celebrale che colpisce il maggior numero di pazienti. Secondo le ultime notizie apparse online, il suo traguardo è davvero vicino, infatti dopo aver pubblicato i primi dati su alcuni pazienti trattati con il prodotto, composto da due vitamine collegate al DNA, le speranze sono più elevate.

glioblastoma-.jpg_415368877
Iavarone è stato capace di trovare il punto debole del cancro e il suo studio è apparso su Cancer Clinical Research. Lo scienziato ha abbandonato l’Italia dal 1999 e finalmente in America sta ottenendo l’attenzione e lo spazio che gli serviva per fare i suoi test. Straordinari i risultati che riguardano due pazienti con cancro al cervello e risultati positivi alle cure della cura di Iavarone.
Pare che il male arrivi a diventare dipendente dalla molecola anomale creata dalla fusione di due geni e solo questo dettaglio, permette di combattere alla radice la sua natura. Il DNA malato viene ripristinato, sembra impossibile eppure i primi test effettuati sull’uomo stanno offrendo dei risultati incoraggianti, le risposte cliniche hanno superato i tre mesi, quindi alte le prospettive di un consolidamento della terapia. La speranza è che la cura possa essere definitiva e salvare la vita a milioni di persone

Condividi