Favola Gay all’asilo: Genitori in Rivolta

1641

Favola Gay all’asilo: Genitori in Rivolta

Una Favola Gay all’Asilo per spiegare cosa accade alle coppie omosessuali che vorrebbero avere un bimbo, è successo nella Capitale e la notizia sta già suscitando indignazione e scalpore.
Tramite due vignette le maestre hanno proposto ai piccoli la storia di Meri e Franci, due donne lesbiche che desiderano coronare la propria storia d’amore con un bebé, ma come possono due donne mettere al mondo un bambino senza un papà?


La spiegazione viene da “Piccola Storia di una Famiglia“,  un libro illustrato di Francesca Pardi scritto per aiutare i figli delle coppie dello stesso sesso a risolvere i propri dubbi e a rispondere alle proprie domande, si legge:

“Per fare un bimbo servono un uomo e una donna, un semino e un ovino… Meri e Franci erano due donne, avevano solo ovini. Mancava il semino! In Olanda c’è una clinica dove dei signori gentili donano i loro semini per chi non ne ha. Franci si è fatta dare un semino nella clinica olandese e…l’ha messo nella pancia di Meri. Margherita ha cominciato a crescere! Margherita ora ha due mamme: sono i suoi genitori“.

In sostanza i bimbi hanno ricevuto in una giornata due lezioni di vita: esistono le coppie donna-donna e uomo-uomo e i bambini non nascono sotto ai cavoli e non vengono portati dalla cicogna, ma nascono da un seme e da un ovino e non servono più una mamma e un papà per metterli al mondo. I genitori non hanno tardato a mostrare il proprio fastidio e la propria suscettibilità riguardo argomenti alquanto delicati.

Non è la prima volta che la scuola propone argomenti tabù: era successo qualche mese fa con la lettura di un romanzo gay in un liceo romano e recentemente si sta portando avanti la proposta di impartire l’educazione sessuale sin dai tre anni.
La domanda è: fino a che punto la scuola deve educare e formare le future generazioni? Dove finisce la libertà di un docente e dove comincia il diritto di un genitore?

favola-gay-all-asilo

Condividi