Firenze: cadavere di donna trovato in un sacco della spazzatura, è giallo

184

Le pagine della cronaca diventano sempre più truculente, degne dei film horror, un macabro ritrovamento è avvenuto a Firenze dove, in un sacco dell’immondizia, abbandonato in un fosso di scolo al bordo della strada, c’era il cadavere di una donna in avanzato stato di decomposizione , il ritrovamento dei poveri resti nel quartiere popolare Le Piagge, si deve a un passante, che ha notato un braccio fuoriuscito dalla busta nera. Il sacco era stato gettato in un fosso, ma forse l’acqua si era ritirata, mostrando il mesto fagotto buttato nella fanghiglia. Il corpo aveva ancora indosso i resti di alcuni indumenti, una maglietta e un paio di jeans, è stato grazie alla foggia degli abiti che gli investigatori hanno formulato l’ipotesi che si tratti di una donna, il corpo è in uno stato che rende molto difficile trarre conclusioni sicure, si dovranno attendere i risultati degli esami necroscopici.

image2

Oltre alla coincidenza che nella stessa zona è scomparsa, da circa due mesi, una 43enne, certa Irene Focardi, che viveva con la madre: l’hanno cercata per parecchi giorni, ma senza risultati nelle stazioni e nei luoghi di ritrovo delle persone senza fissa dimora. Tra gli episodi emersi nel corso dell’indagine sulla sua scomparsa ci sarebbe anche un violento litigio con l’ex convivente.

L’uomo, è arrestato un anno fa e condannato per maltrattamenti, da allora sta scontando la pena agli arresti domiciliari. Ora è indagato anche per la vicenda della sua ex, che gli inquirenti temono possa essere stata uccisa proprio da lui. Ma lui non sarebbe mai evaso, né risultano dagli accertamenti di polizia anomalie nel suo comportamento durante la misura restrittiva cui è sottoposto. E, tra l’altro, non possiede un’automobile.

Condividi